Galleria d’arte contemporanea italiana apre a Londra

da , il

    Galleria d’arte contemporanea italiana apre a Londra

    Apre domani, 8 aprile, nel cuore di Mayfair a Londra, al primo piano di un palazzo in Albemarle Street (traversa di Piccadilly) un grande spazio dedicato all’arte. Un grande e luminoso spazio bianco di Brancolini Grimaldi che aprono una lussuosissima galleria d’arte contemporanea italiana a Londra, la prima dopo molti anni per l’esattezza. L’arte esposta è quella fotografica che supera però l’immaginazione. Perfetta per singolari ed eccentrici artisti come quello che abbiamo conosciuto poco tempo fa, Jason Travis che fotografa dentro le borse delle donne.

    Isabella Brancolini e Camilla Grimaldi sono due giovani donne imprenditrici italiane studiose e appassionate di arte che dal 2005 lavorano insieme aprendo gallerie d’arte a Roma e a Firenze. Le due gallerie sono entrambe specializzate in fotografia. Londra è ora la nuova frontiera, il punto di arrivo d’oltremanica, un mercato ancora acerbo nei riguardi della fotografia. Brancolini e Grimaldi vogliono creare un nuovo trend, quello fotografico appunto, mettendo loro le radici per prime.

    ‘La fotografia non va ghettizzata, è arte contemporanea, con lo stesso valore di un dipinto o di una scultura. Il nostro obiettivo è infrangere definitivamente la barriera’, dichiara Isabella Brancolini.

    Le due imprenditrici dichiarano che Londra ora sarà il fulcro del loro lavoro ma non abbandoneranno l’Italia.

    La ricerca della sede per il nuovo spazio della galleria è stata molto lunga; le due donne italiane sono perfezioniste al 100% quindi hanno voluto (giustamente) solo il meglio. Alla fine la scelta cade su ‘Mayfair, il centro di tutto’ come afferma Camilla Grimaldi. In quella zona infatti ci sono molte altre attrattive di moda come i negozi, le gioiellerie, i grandi ristoranti e altre gallerie d’arte.

    All’interno dello spazio espositivo, a partire da venerdì 8 aprile sarà possibile ammirare le composizioni di Pino Pascali e le fotografie della Amar. Nei prossimi mesi saranno installate le creazioni di Clare Strand, un’opera video di Sophy Rickett e le foto di Massimo Vitali.

    Ora a Londra ci sarà un pezzo in più della nostra Italia.