Gisele per Ipanema Hot Sands 2011

da , il

    È finalmente online la nuova collezione di sandali Ipanema realizzati insieme alla ex top model Gisele Bundchen. Su sfondi esotici e caldi di paesaggi da sogno, da vacanza che noi tutti amanti del mare vorremmo vivere, sono calati i nuovi modelli di sandali ultraflat di Ipanema. La collaborazione con la raggiante modella Gisele Bundchen si conferma e si consolida tanto da far impennare il fatturato a spese della concorrenza, le infradito con la bandierina, le Havaianas. Che cosa si nasconde dietro l’enorme successo delle scarpette da mare Ipanema?

    Ipanema e Gisele Bundchen collaborano e creano nuove collezioni di sandali da spiaggia. Già l’anno scorso la collezione estate 2011 è stata molto attesa e ha sbaragliato la concorrenza. Ma ci chiediamo cosa c’è dietro il successo del brand? Non ne siamo certi. Di sicuro un’ottima campagna pubblicitaria attira molto i compratori e Gisele è tra le modelle più belle e espressive al mondo. Inoltre i modelli da donna sono molto femminili. Quasi su tutti i sandali sono applicati dei fiocchetti davvero simpatici. Il prezzo poi non è da sottovalutare. Non costano pochissimo, per un paio di sandaletti Ipanema bisogna sborsare poco più di 20 euro. Il prezzo non è esagerato, per un sandalo di tendenza si può anche spendere qualche euro in più. Tra l’altro i modelli sono tutti molti diversi tra di loro. Non si presentano come infradito classiche a due fasce ma sono sempre più complessi. I colori sono tantissimi e l’effetto a contrasto dei fiocchetti oro rispetto alle fascette è a dir poco divino. Rientra a pieno titolo tra gli accessori in gomma ma a differenza del trend della stagione i colori non sono per niente fluo ma solo freschi e accesi.

    Voglio segnalarvi un altro aspetto importante. La Grendene, la società madre di Ipanema, e Gisele Bundchen da sempre sono impegnati nella salvaguardia dell’ambiente e insieme collaborano ad opera della tutela dell’ambiente marino. Quando acquistate state sempre attenti a come viene prodotto l’oggetto, potete sempre far del bene.