H&M Scarpe: Hasbeens gli fa gli zoccoli

da , il

    Per caso vi mancavano le collaborazioni di H&M? Il grande colosso della moda low cost non ci da nemmeno il tempo di riprendere fiato, ci propone una collaborazione dopo l’altra e a noi piace proprio così! Dopo la piccola collezione creata da Elin Kling fashion blogger svedese, disponibile nostro malgrado solo in Svezia, questa volta il testimone tocca ancora alla Svezia. Hasbeens è un marchio svedese che produce calzature usando metodi artigianali che rispettano anche l’ambiente. Per H&M ha realizzato una capsule collection di zoccoli per la prossima estate.

    Gli zoccoli che Hasbeens ha creato per questa nuova collaborazione di H&M sono ispirati ai modelli tanto in voga negli anni Settanta. Questa volta però la collezione sarà disponibile non solo in Svezia ma in tutto il mondo proprio come la collezione disegnata da Lanvin per H&M. Ma vi avverto gli store che ospiteranno queste creazioni saranno circa 150 in tutto il mondo! Se siete interessate alle calzature Hasbeens sappiate che saranno disponibili dal prossimo 20 aprile negli store selezionati.

    Ma guardiamo più da vicino queste calzature. Gli zoccoli Hasbeens sono solo tre modelli proposti nei colori del rosso, bianco, nero e beige. Hanno tutte il tacco in legno e in taluni casi è presente una zeppa dall’altezza media. Alcuni dei modelli sono muniti anche di cinturini alla caviglia. Il modello più particolare sembra essere il sabot spuntato per la sua stampa serpente beige.

    Adoro la sensazione naturale che si prova indossando un paio di Hasbeens, sensazione che deriva dal contatto con il legno e il cuoio e mi piace il loro modo di reinterpretare in chiave contemporanea la tradizione svedese. Le calzature Hasbeens for H&M sono perfette per completare il look bohémien anni ’70, uno dei trend della prossima stagione – ha affermato Ann Sofie Johansson di H&M.

    Forse queste calzature così ben fatte saranno comode e la sensazione sarà strabiliante come afferma la Johansson ma il reale problema è un altro: l’occhio vuole la sua parte!

    Voi che ne pensate di queste scarpe?