John Galliano chiede scusa ma nega le accuse di razzismo

da , il

    John Galliano chiede scusa ma nega le accuse di razzismo

    Sicuramente ricorderete le terribili vicende che hanno visto John Galliano protagonista di un arresto per insulti razzisti rivolti ad una coppia di sconosciuti e del conseguente licenziamento dalla maison Dior, di cui era direttore creativo dal 1999. Si parlava giorni fa del suo possibile successore, Riccardo Tisci, attualmente direttore creativo di Givenchy.

    Quando la faccenda sembrava ormai definitivamente chiusa, spunta nuovamente Mister Galliano a chiedere scusa per lo sdegno che ha potuto suscitare la sua condotta, ma negando nel contempo le accuse di antisemitismo.

    Queste le sue parole pubblicate in un comunicato a Londra dai suoi avvocati: ‘Nego del tutto le accuse avanzate contro di me e collaboro con la giustizia’ e aggiunge in suo difesa ‘L’antisemitismo e il razzismo non hanno posto nella nostra società. Presento le mie scuse senza riserva alcuna per il mio comportamento, se ha potuto scioccare’.

    Nonostante le scuse la maison Dior conferma la sua posizione nei confronti dello stilista britannico, soprattutto in considerazione del video emerso poco tempo fa in cui John Galliano pronuncia la terribile affermazione ‘I love Hitler’.

    Nel frattempo l’ex direttore creativo è volato in California dove si tratterrà in una clinica per disintossicarsi dalla dipendenza da alcool.

    Nella speranza che l’intera vicenda possa servirgli da monito per i comportamenti futuri, rimaniamo in attesa di conoscere gli ulteriori sviluppi su di una vicenda che sta assumendo sempre più i caratteri di una telenovela.