Minigonne e tacchi a spillo vietati a Castellammare di Stabia

da , il

    Minigonne e tacchi a spillo vietati a Castellammare di Stabia

    Se amate le minigonne, e magari anche i tacchi e le scollature, voglio darvi un consiglio: evitate di passare da Castellammare di Stabia perchè il sindaco del paesino dell’entroterra napoletano, Luigi Bobbio del Pdl, ha deciso di vietare tacchi, décolleté e minigonne per decoro pubblico.

    Della scelta si discuterà lunedì prossimo quando verrà presentato in consiglio comunale il regolamento di polizia urbana che prevede appunto multe, anche salate, alle donne che indossano gonne corte, tacchi e scollature.

    Lo scopo è “tutelare la decenza”, si legge nell’ordinanza, mirando a far sì che Castellammare diventi famosa quanto, per esempio, la più chic Positano, dove l’abbigliamento è fondamentale se non si vuole prendere una multa.

    Abiti succinti, minigonne, maglie e camicie scollate saranno dunque messi al bando se passerà il nuovo regolamento comunale all’interno del quale l’assessore alla Sicurezza, legalità e polizia municipale Luigi Mamone ha previsto tutta una serie di capitoletti dedicati alla decenza pubblica e persino agli animali da compagnia.

    Per il sindaco e il suo staff le donne che girano per la strada come se fossero al mare sono intollerabili perchè è la società civile che non le tollera e dunque vanno punite.

    Posto che ognuno è libero di esprimersi come vuole, secondo voi il sindaco di Castellammare ha torto o ragione? E’ giusto limitare la libertà degli altri? E, allo stesso modo, è giusto non avere dei limiti e, spesso, superare la decenza? Il dibattito è aperto…