Primavera estate 2011: stili e tendenze

da , il

    Primavera estate 2011: stili e tendenze

    In vista della primavera 2011 Khuong Nguyen si pone la domanda – Qual è il modo migliore per le vostre scarpe di farsi strada secondo voi? – facendo riferimento in particolare alle creazioni Loboutin, per introdurre il LookBook che raccoglierà i marchi che hanno dettato mode e tendenze nel 2011, in riferimento soprattutto alla stagione primavera – estate 2011. Mentre il 2010 si è chiuso con il ritorno della pelliccia e con l’abolizione della tendenza di uscire senza reggiseno sotto il vestito, anche se molte star continuano a presentarsi a cerimonie importanti con tessuti dall’effetto non vedo, il 2011 punta decisamente su tonalità allegre.

    Con l’arrivo dei periodo in cui la temperatura diviene più mite, ricominciano anche i matrimoni e di conseguenza il mettersi alla ricerca del vestito giusto da indossare ad un evento speciale. Meglio l’abito lungo o quello corto? Il marrone sta bene abbinato al blu? Il tacco alto è bello ma quanto posso resistere? Queste e altre domande impegnano il cervello, ma fortunatamente ci sono gli stilisti che chiariscono ciascun dubbio, se poi siamo di quelle che non comprano un abito se non per riutilizzarlo, cercate di adattare i trend al vostro vivere quotidiano, senza scavare troppo nel guardaroba, ma esaminando le vetrine. Piume, arriciature e volant sono quello che ci vuole per essere eleganti e originali allo stesso tempo. Se poi vi considerate delle fashion victim non potete allora fare a meno dei caldi scaldamuscoli, che potete trovare in una varietà di stili diversi, in staffa, svasati, extra-size, standard, lunghe o extra lunghe.

    Nel momento in cui gli addetti ai lavori iniziano a mettere a confronto le tendenze moda che potrebbero risultare popolari, la stagione degli amori e degli alberi in fiore è ancora lontana, ma ora che il 2011 è arrivato possiamo iniziare ad aprire i nostri armadi e a selezionare i capi di abbigliamento che sono o saranno IN o OUT. Naturalmente continueremo ad essere noi stesse, ad avere una personalità, ma rimanere aggiornate per trarre nuove ispirazioni non è una cosa brutta, anzi. Innanzittutto possiamo tutte tirare un sospiro un sollievo in quanto mai come quest’anno la moda offre la possibilità di vestire in maniera trendy praticamente a tutte, seguendo le forme del vostro corpo, la vostra tonalità di pelle e il vostro humor (che sappiamo cambia quasi assieme all’alternarsi del sole e della luna).

    Ma vediamo cosa hanno in serbo per noi gli stilisti.

    Abbigliamento moda 2011

    Nel 2011 è il dettaglio che fa la differenza, ma anche la fusione di tonalità azzardate, per questo gli elementi da tenere bene a mente sono: Pizzo e Merletti influenzano lo stile classico, anche se meno c’è e meglio è, per non risultare troppo ‘antiche’; Crochet e Macrame(é) potrebbero tornare di moda con il ritorno degli anni ’70; accessori di nappa dappertutto, sulle borse, sulle scarpe, nei capelli; Hot Pants necessari in estate e inevitabili con il ritorno di tutte le tendenze provenienti dal 1970, così come i Pantaloni a zampa di elefante o a campana, che si accodano però ai jeans ultra slim; per ogni tendenza però c’è il suo contrario e se ci sono pantaloni svasati, ci sono anche i Capri pants, chiamati anche ‘pinocchietti’, che permettono appunto uno stile opposto; e poi Mini abiti (alternativa comoda alla minigonna estiva), Righe (parte dominante di una qualsiasi stagione primavera / estate), Tute per un look informale e Crop tops, ovvero top dal taglio irregolare e dai tessuti a fantasia o preziosi. Per quel che concerne gli stili possiamo riassumerli in Glam anni ’70, Biker style, Punk fashion, 60s ladylike.

    Glam anni ’70

    Anni 70 style

    Proprio come gli anni ’50 e ’60, sono tornati anche alcuni elementi degli anni ’70. Ci sono due principali linee: quella bohémien e quella glamour sofisticata. Quando si tratta di quest’ultima, gli abiti cadono morbidi e leggeri, per un maxy style sempre di tendenza, di sera, mentre per il giorno le scelte ricadono su pantaloni a vita alta e camicie eleganti.

    Biker style

    Biker style

    A partire dalla primavera 2011, possiamo salutare (finalmente!) la tendenza della moda militare, amata per oltre 10 anni, ma è assolutamente il momento di andare avanti. La domanda è: come facciamo? La risposta sta nella reintepretazione, ed è qui che entra in gioco l’abbigliamento da biker, rivoluzionato e creato per essere indossato trasmettendo una femminilità accattivante. Interprete di tale ‘inclinazione’ è la donna Burberry, bellissima e sensualissima nella collezione primavera estate 2011.

    Punk fashion

    Punk style

    Un altra tendenza primavera / estate 2011 è quella punk, che diventa però meno evidente rispetto all’anno scorso, in quanto è uno stile in cui si può errare facilmente. Le caratteristiche più comuni nella moda punk sono naturalmente il cuoio, i giubbini borchiati, il bondage, le calze strappate e i tatuaggi, quindi la prima cosa da fare è puntare sulla miscelazione con altre tendenze stagionali, come ad esempio sullo chic punk-rock. Ai piedi stivali da combattimento (per mettersi in sinergia con i militari), Doc Martens, o stivali da biker sotto un vestito o abbinati a jeans skinny o pantaloni di pelle. Al posto delle classiche spille da balia optate per spille gioiello presenti sul mercato in una vastissima gamma.

    60s Ladylike

    Anni 60 style

    Le sagome degli anni 1950 e 1960 sono utilizzate come fonte di ispirazione l’accentuazione delle curve femminili. Il tubino nero rimane sul podio, lasciando però spazio anche alle ampie gonne e alle stampe, ai colori vivaci e ai tessuti leggeri estivi. Prada e Louis Vuitton si contendono il podio ma alla fine a vincere è Victoria Beckham con una collezione assolutamente di classe e femminilità con abiti alla Jackie Kennedy.

    Accessori moda 2011

    Lusso, design, attenzione per il dettaglio, campagne pubblicitarie ricche di sensualità ed eccentricità, cappelli che ritornano di moda conquistando per l’intesità dei colori e per il fascino che donano a chi li indossa, gioielli e bijoux che divengono parte integrante dell’abbigliamento, trasformano completamente il modo di vestire. La vita diviene una passerella su cui mostrarsi con determinazione e audacia.

    Occhiali da sole

    Occhiali da sole moda 2011

    Gli Occhiali da sole sono assolutamente un MUST dell’estate 2011, è quindi necessario aggiornare il catalogo e accompagnarsi da un occhiali dichiaratamene vintage o che urlano glamour anni ’50 / ’60. Per la forma l’occhio di gatto va per la maggiore. Quindi, senza ulteriori indugi facciamo un viaggio indietro nel tempo, esplorando il fenomeno degli occhiali anni ’50, portandolo ai giorni nostri. Lungi dall’essere un trend stand-alone, bisogna dire difatti che l’occhiale a occhio di gatto non era mai stato preso in considerazione prima della sfilata di Prada per poi essere adoperato da Paul Smith alla presentazione della sua collezione primavera estate 2011, e da altri stilisti al seguito. Ripreso infine anche nella recente collezione Accessori Guess primavera estate 2011.

    Borse

    Borse moda 2011

    L’alternativa alla classica borsa è rappresentata dalla borsa – cintura, una sorta di marsupio molto più femminile e riadattato con modelli eleganti, come si è potuto constatare dalle passerelle di Hermes e di Emilio Pucci. Questa è solo una delle tante tendenze della moda casual di quest’anno. Altra novità è la borsa che si indossa sulla spalla di Amalia Mattaor create sulla base del concetto di borse che non sono più accessori da abbinare al vestito ma che sono parte integrante dell’abbigliamento e soprattutto risolvono il grande problema di dove poggiare la borsa quando si va a ballare.

    Scarpe moda 2011

    Per le calzature non si parla di vere e proprie tendenze in quanto molte creazioni del 2010 sono ancora attualissime. Il settore dedicato ai piedi mira più al gusto soggettivo della donna che a quello complessivo: ogni donna sceglie difatti un paio di scarpe in base ad un criterio momentaneo, che può essere la comodità, l’eleganza, la praticità, oppure compra scarpe perchè è giù di morale, perchè vanno di moda o perchè le indossa quella determinata attrice, o semplicemente per sentirsi diversa o speciale. Rimangono quindi le zeppe, i tacchi alti, le creazioni Louboutin ma si fanno avanti quelle della Resort Collection 2011 di Brian Atwood.

    Zoccoli

    Zoccoli moda 2011

    Scarpe realizzate per la maggior parte in legno, che in alcuni paesi vanno così di moda da raggiungere picchi di vendita elevatissimi. Non hanno mai trasmesso nulla di positivo e vengono per lo più considerati sinonimo di goffagine, eppure oggi gli zoccoli vengono resi popolari da Dianne von Furstenberg nella sue variante in pelle marrone scura appuntata al legno da borchiature e definita da tacco alto ed elegante, disponibili al modico presso di $ 295. Spazzata via l’idea appartenente all’immaginario collettivo di zoccoli prettamente olandesi, gli stilisti guardano a tutta altra parte d’Europa per trarre ispirazione e creare calzature eleganti, definite da bagliori, strass, tonalità pure come quelli di Chanel. Sono ideali da portare in estate ma non sono per tutti, in quanto dopo un paio di ore potrebbero risultare pesanti, quindi se amate camminare optate per la versione tacco medio di Louis Vuitton, anche se non tengono il confronto con modelli più attraenti.

    Tacchi Kitten

    Kitten moda 2011

    Le calzature ‘Kitten’ sono un pò come la brutta sorellastra dei tacchi alti. E’ come se le produzioni di Christian Louboutin fossero Cenerentola e le Kitten interpretassero il ruolo di Genoveffa o Anastasia, per capirci. Eppure non vi è stato stilista che non le ha disdegnate durante le settimane della moda. Non sono proprio per tutte in quanto non allungano e non snelliscono ma dimezzano di qualche centimentro l’altezza, anche se alcuni modelli sono estramamente eleganti e molto anni ’50 e ’60. Decisamente attraenti sono le Kitten firmate da Louis Vuitton interpreti di uno spirito selvaggio e animalier. Tacco medio molto signorile invece nella collezione minimalista di Stella McCartney. Adatte per essere indossate a completamento di un look retrò o vintage, circoscrivendo appunto il loro uso nel caso di feste a tema, tali calzature accessoriate da fiocchi e ciondoli, accennando ad uno stile hippy anni ’70, come quelli di Missoni, divengono però perfette per la sera.