Sodini Bijoux: monili alla portata di tutti

da , il

    Sul sito ufficiale della famosa azienda italiana di bijoux e accessori spiccano due rose che accolgono il visitatore giunto sul sito spinto da interesse o curiosità per la nuova collezione primavera estate 2011. Fondata nel 1967 da Italo Sodini, l’Azienda ha sede nella regione toscana, precisamente a Lucca, ed è attualmente la rappresentante della linea giovane e moderna Sodini Bijoux srl. Realizzazioni apprezzate in particolare dalle giovanissime, sono simbolo di uno spirito alla continua ricerca di ispirazioni sempre nuove e mai banali.

    Prodotti artigianali, finemente lavorati e curati usando materiali come madreperle, swaroski, resine, pietre dure, smalti e perline veneziane. Lo stile che inseguono i bijoux Sodini è quello pensato per una donna libera e audace, che indossa con consapevolezza e piena autonomia un oggetto chic ed elegante o uno estroso e ricercato. Sulla base di una filosofia di vita senza compromessi si fonda la nuova collezione Sodini, per la bella stagione, composta da orecchini, collane e bracciali, che riprendono i colori e le decorazioni tipiche dell’estate. Pubblicizzata dalle maggiori riviste di moda, la Sodini Bijoux srl è riuscita nel tempo a riservarsi un posto di rilievo nel campo degli accessori, subendo un profondo cambiamento, dando vita a monili sempre più in linea con le logiche di mercato, low cost si ma che lasciano il segno, essendo di tendenza.

    Bijoux e gioielli che brillano e si adattano all’esigenza quotidiana di una donna di cambiare look, senza dovere spendere un occhio della testa, valorizzando il volto, le braccia e il collo, attraverso orecchini chandelier (di moda soprattutto nella bella stagione), bracciali dalle tonalità vivaci o in metallo (o maglia metallica) lavorato e collane originali e stravaganti. Realizzati tutti in materiale anallergico la collezione del brand di bigiotteria più famoso d’Italia si cosparge di vivacità, allegria e voglia di apparire. I prezzi variano dai 7 euro fino ad arrivare ad un massimo di 160 euro.