Tastiera di silicone: borsa ecochic

da , il

    Tra le ultime creazioni eco sostenibili ecco che compare una particolare borsetta. Chiara Catalano, siciliana appassionata di design e di moda, ha realizzato con materiali di recupero e coloratissime tastiere di silicone delle borsette, pochette e porta iPad che non danneggiano in alcun modo l’ambiente. Come ogni fashion victims Chiara era alla ricerca di un’idea che non si allontanasse troppo dal suo stile ma che fosse originale e ricercata, chic ma abituale. E qual è l’oggetto più abitudinario per le donne in casa o al lavoro se non il pc? Pensate, in questo momento sono qui difronte a un foglio bianco e le mie mani toccano una sola cosa: la tastiera. Mentre io utilizzo la keyboard come strumento progettato appositamente per digitare, Chiara ne fa una borsa.

    Gli esperti parlano di dipendenze da pc, da facebook e da tutte le ‘diavolerie’ alle quali ci avviciniamo attraverso il computer. Basta digitare qualche tasto e poi eccoci proiettate in un’altra dimensione. Ma le donne hanno anche un’altra fatale dipendenza: la moda! Qualcuna ha unito i due massimi incantesimi femminili e li ha uniti dando forma a una simpaticissima ecobag. Nasce la borsa realizzata con tastiere di silicone. Nasce la Coccodrive.

    Perché questo nome? Semplice, i tasti richiamano le squame di un sinuoso coccodrillo, una pelle rigida e ruvida che ci guida nel mondo del web e della moda. La Coccodrive entra di diritto tra gli accessori più ecologici del momento e anche tre le creazioni più particolari ma il suo costo non è poi così popolare. È vero che è una creazione molto particolare ma non sono poi così sicura che tutte le amanti delle borse in pelle o delle pochette particolari come possono essere quelle di Louis Vuitton spenderanno dai 60 ai 90 euro per acquistare una borsa in gomma.