Versace collezione inverno 2011: il ritorno dei bottoni oro

da , il

    Che sfilata quella di Donatella Versace! Da lontano un miglio e senza leggere l’etichetta sapresti riconoscere che quello è proprio il suo stile, difficile sbagliare! Per la prossima collezione autunno inverno 2011 2012 Donatella ci propone abiti dalle forme semplici, fiori stilizzati, poche tonalità di colore, una moda dal sapore minimal e povera di accessori seppur molto preziosi. La sua donna indossa minidress il giorno mentre la sera sfoggia abiti lunghissimi ricchi di piume svolazzanti. Pensate un po’, ha addirittura dato nuova vita ai suoi bottoni dorati (simbolo retrò della maison), veri gioielli dal gusto vintage che sono comparsi su numerosissime realizzazioni.

    La sfilata di Versace chiude la terza giornata del calendario di Milano Loves Fashion 2011. Inutile dirlo, un altro trionfo! Donatella sceglie di vestire la sua donne con forme lineari, via i fronzoli e addio alle pomposità. Sceglie una linea essenziale, mini di giorno, lunga la sera.

    Il motivo cardine della sfilata è il fiore stilizzato riproposto su quasi tutti gli abiti da giorno, un grande dettaglio molto originale e ricercato. Spuntano fuori dall’armadio di casa Versace i classici bottoni che hanno fatto la storia della maison, quelli dorati che distinguevano molte delle sue creazioni. Decorano i colli degli abiti, le maniche, gli stivaletti. A proposito in fatto di scarpe Donatella punta tutto su stivaletti a mezza gamba stringati a volte con laccetti in contrasto di colore. I capispalla sono tutti muniti di cinta in vita con fibbia in metallo oro.

    Gli abiti da sera sono tutti lunghi e spesso impreziositi da piume che regalano un gioco di movimento molto femminile. Presente anche la pelliccia colorata o nera che decora colli e maniche di giacche.

    Per il giorno preferisce le maxi bag mentre per la sera è d i rigore la pochette. Le nuances scelte per il prossimo inverno sono essenzialmente il verde acqua, il viola, il giallo, il rosso, il nero e il bianco.