7 modi per aggiungere frutta e verdura alla dieta

da , il

    7 modi per aggiungere frutta e verdura alla dieta

    Mangiare frutta e verdura, lo sappiamo benissimo, è fondamentale per la salute del nostro organismo, ma da un recente sondaggio è risultato che circa il 40% delle donne non rispetta questa sana abitudine. Molte, infatti, consumano quantitativi di frutta e verdura piuttosto bassi, non sufficienti a soddisfare il fabbisogno giornaliero. Come fare ad aggiungerle, allora, alla dieta quotidiana? Ecco 7 modi per avere sempre sottomano frutta e verdura, mangiandole come snack, aperitivo oppure come un vero e proprio pasto.

    1. Spuntini intelligenti

    Invece di spizzicare patatine, biscotti o pane, cercate di tenere sempre a portata di mano alimenti salutari come le carote, il sadano, magari da inzuppare nell’hummus, frutta a pezzi o del goloso, ma burro di arachidi. Ricordate che una mezza tazza di frutta o verdura equivale ad una razione (ne sono consigliate circa dieci in una giornata).

    2. Lasciare la frutta bene in vista

    Spizzicare frutta non è affatto sbagliato, anzi, è molto utile, per cui è bene lasciarla in vista in cucina, in modo che venga quasi spontaneo afferrarne un po’ e mangiarla. Di solito, inoltre, avere la frutta sempre nel proprio campo visivo aiuta a ricordare di prenderla prima di uscire, soprattutto quando si va in palestra o si pratica attività fisica.

    3. Prepara un passato di verdure

    Non tutti adorano la consistenza delle verdure, ma anche i più ostinati sono soliti apprezzare i passati, che si presentano come zuppe cremose e dense, molto saporite anche senza l’aggiunta di olio e grassi. Potete prepararne una grande quantità e conservarla in freezer per l’occorrenza.

    4. Non abbiate paura di esagerare

    Frutta e verdure sono degli alimenti che non diventano nocivi se mangiati in abbondanza (a meno che non siano presenti allergie, intolleranze o altre patologie che ne inibiscono il consumo); se avete fame non fatevi il problema nell’abbondare, ricordando che state immettendo nell’organismo diversi principi nutritivi.

    5. Insalate e dessert di frutta

    Le insalate andrebbero sempre incluse nei pasti, prima o dopo di essi; non bisogna però pensarle solo come foglie di lattuga scondite, ma anche come gustose invenzioni arricchite con olive, pomodori, pollo, tonno, olio d’oliva e spezie a piacimento.

    Congelare la frutta è invece un buon metodo per ottenere un dessert sfizioso, soprattutto se si tratta di uva o fragole.

    6. I frullati

    Un frullato è la perfetta soluzione per una merenda o la colazione; iniziate con i vostri frutti preferiti, aggiungendo del latte a basso contenuto di grassi (o latte di mandorle); lo yogurt bianco rappresenta un’ottima alternativa al latte.

    7. Metteteli ovunque

    Stiamo sempre parlando delle verdure e della frutta, che andrebbero aggiunti il più possibile in ogni preparazione; ad esempio, carote e sedano quando si cucina il brodo o il sugo, oppure spinaci, broccoli e patate insieme ai piatti di carne.