Abbronzatura sicura: post-it contro il cancro alla pelle

da , il

    Abbronzatura sicura: post-it contro il cancro alla pelle

    Un uomo ricoperto dalla testa ai piedi di post-it. Rivestito interamente da uno strato di quadratini adesivi colorati per uno slogan che non lascia dubbi: la nostra pelle non dimentica. E conserva su di sé i benefici del sole ma pure i suoi più dannosi effetti. Proteggersi, dunque, diventa la parole d’ordine per un’abbronzatura responsabile. Perfetta sia per l’estetica che la salute.

    L’iniziativa rientra nell’originale campagna di sensibilizzazione di Krebsliga, la lega svizzera contro il cancro. Rivolta non solo agli amanti della tintarella ma a tutti coloro che attendono con speranza giornate assolate per i primi picnic all’aria aperta. I consigli per non incorrere in eritemi, invecchiamento precoce della pelle, scottature e cancro alla pelle sono validi per tutti. Principalmente: non esporsi al sole nelle ore più intense, ovvero dalle 11 alle 15; fare uso di copricapo, occhiali e indumenti adatti; stabilire il tempo dell’esposizione ai raggi ultravioletti in base al proprio tipo di pelle; evitare frequenti lampade abbronzanti, solarium o altri sistemi di abbronzatura artificiale.

    Anche bere acqua in abbondanza e mangiare quantità maggiori di verdura e frutta sono ottime abitudini nel periodo estivo. Infine, ma non meno importante, applicare la crema solare su tutto il corpo, compreso mani e viso. Ricordando di scegliere quella più idonea alla propria cute e con un fattore di protezione elevato, almeno 15.

    Solo così, i messaggi indelebili che il sole scriverà sui nostri post-it potranno contenere insieme le parole bellezza e benessere.