Acido folico in menopausa: tutti gli effetti dell’integratore

da , il

    Acido folico in menopausa: tutti gli effetti dell’integratore

    L’acido folico è la vitamina B9, il cui effetto è particolarmente utile per le donne in menopausa; non viene prodotto dall’organismo e bisogna quindi assumerlo o attraverso il consumo di frutta e verdura o, meglio, tramite integratori che lo contengono in quantità molto più elevate. Uno studio effettuato e pubblicato negli Stati Uniti ha stabilito che l’acido folico in menopausa potrebbe impedire, se ovviamente assunto come integratore, di far sviluppare l’ipertensione arteriosa; se invece viene assorbito tramite alimenti come frutta e verdura la sua quantità non è sufficiente per avere degli effetti sulla pressione arteriosa.

    Tra le altre azioni benefiche provocate dall’acido folico in menopausa, c’è la riduzione dei livelli di un amminoacido, l’omocisteina, che se presente in grande quantità può causare l’ossidazione delle molecole e aumentare il rischio di malattie cardiovascolari.

    L’acido folico è anche utile per chi soffre di problemi alla vista, perché la sua assunzione, insieme alle vitamine B6 e B12, serve a preservarla. A provarlo è uno studio americano effettuato su oltre 5000 donne in menopausa a cui è stata somministrata una dieta integrata con acido folico e le vitamine B6 e B12. Alla fine del test è stato dimostrato che, seguendo questa linea, le donne vanno incontro a deterioramento della retina e a degenerazione maculare con un percentuale ridotta del 35%.