Alimentazione a Km 0 ecosostenibile

da , il

    Alimentazione a Km 0 ecosostenibile

    Per condurre una vita sana e che rispetta l’ambiente in cui viviamo sono tante le cose possiamo fare. Molti di noi non pensano che la scelta di un alimento acquistato al supemercato rispetto ad un altro possa già fare molta differenza per la nostra salute e anche per il benessere del nostro corpo e anche del pianeta. Avete mai sentito parlare dei prodotti a “Km 0“? Sono prodotti che non provengono da paesi lontani per arrivare fin qui da noi con lo spostamento di grossi camion e tir che intasano così le strade, inquinando moltissimo, ma quelli che provengono da luoghi vicini a dove stiamo effettuando l’acquisto. Avere un’alimentazione a Km 0 è una buona abitudine di cui giova il nostro organismo. Quando andiamo al supermercato è bene quindi scegliere prodotti di questo tipo che solitamente sono contrassegnati proprio dalla dicitura KM0 e che quindi che vengono prodotti localmente nella zona.

    Questa scelta migliora enormemente il nostro stile di vita e ci guadagna moltissimo anche l’economia locale dei piccoli produttori di prodotti alimentari, oltre che contribuire in modo efficace alla salvaguardia del pianeta. Se si scelgono i prodotti locali per preparare i nostri pasti, andiamo incontro a prodotti più sani e sicuramente più controllati, infatti meno strada in camion è praticamente una garanzia di avere cibi più freschi , perchè non necessitano dell’uso di conservanti per arrivare integri sui banchi di mercati e supermercati.

    Inoltre questo processo ci induce a consumare frutta e verdura di stagione che è più buona e salutare, per un ritorno ad un’alimentazione che è in simbiosi con i tempi della natura. Questi prodotti alimentari che possono essere frutta e ortaggi, ma anche carni e pesci, possono essere acquistati nei supermercati che sempre di più stanno aderendo a questo progetto, posizionando delle zone dedicate, sia direttamente dai produttori che oramai organizzano mercati in cui le persone possono conoscere personalmente i coltivatori e allevatori delle materie prime che finiscono poi nel loro piatto.

    Senza contare che tra i tanti benefici che provengono da questa scelta, c’è anche quello di produrre quantità minori di rifiuti, perchè di solito i prodotti a Km 0 evitano imballaggi e vengono venduti sfusi.