Alimentazione corretta: la pasta fa bene anche per la dieta

da , il

    Alimentazione corretta: la pasta fa bene anche per la dieta

    La tredicesima edizione del World Pasta Day si svolgerà in Brasile e avrà come tema principale l’utilizzo della pasta in un’alimentazione corretta. Sono tante le voci che predicano di eliminare i carboidrati e quindi di rinunciare alla pasta per dimagrire o per eliminare i chili in eccesso; in realtà la tendenza sembra essere inversa, tanto che proprio in Brasile si sta puntando tantissimo sulla popolarità della pasta per proporre alla popolazione, che sta scoprendo un numero sempre maggiore di obesi, una dieta diversa da quella solita, basata troppo sulle proteine della carne e poco sulle fibre dei legumi, della verdura e della frutta.

    La pasta è quindi un alimento in grado di soddisfare il fabbisogno energetico, portare sazietà e inoltre non fa ingrassare (a meno che non siano presenti intolleranze). Il Brasile è il terzo paese produttore al mondo di pasta (dopo Italia e Stai Uniti), ma i suoi abitanti ne consumano davvero poca, solo 6,4 Kg a testa contro i 26 Kg degli italiani. Proprio per questo motivo il governo ha deciso di dare una spinta alla diffusione di un alimento così prezioso e buono come la pasta.

    E l’apporto calorico? Un etto di pasta di grano duro produce circa 350 calorie, quindi ottimo; il problema si presenta poi con i condimenti, il più delle volte ipercalorici, la vera causa che ha provocato nell’immaginario collettivo la credenza errata della pasta come un alimento che fa ingrassare. La tipologia più indicata per gli sportivi sono i rigatoni e le mezze maniche perché hanno la capacità di rilasciare lentamente i carboidrati, in modo da garantire un apporto energetico graduale.

    W la pasta allora, un alimento sano, genuino, economico e nutriente. Ah, dimenticavo che è buonissima!