Alimentazione corretta: potrebbe arrivare la tassa sul cibo spazzatura

da , il

    Alimentazione corretta: potrebbe arrivare la tassa sul cibo spazzatura

    L’alimentazione corretta è sempre stato il fiore all’occhiello della dieta mediterranea e della cultura italiana: un modello esportato in tutto il mondo con orgoglio e successo. Ma adesso il nemico del mangiar sano comincia a fare capolino anche in Italia, mettendo a serio rischio la nostra cara e corretta alimentazione tradizionale.

    Nel mondo anglosassone è già noto da tempo, ma per noi è un fenomeno piuttosto nuovo: sto parlando della diffusione del cibo spazzatura (junk food in inglese), cioè il classico cibo da fast food.

    Il Ministero della Sanità potrebbe allora prendere due piccioni con un fava, ponendo una tassa sul cibo spazzatura, favorendo da un lato un regime alimentare corretto, e dall’altra delle entrate nelle proprie casse. Tutto ciò verrà discusso nel’ambito del Patto per la salute 2013-2015.

    Non sono ancora note le possibili modalità con cui verrà applicata la sanzione, che potrebbe rappresentare un duro colpo (o la salvezza) per gli amanti di hamburger e patatine fritti, rifritti e pieni di salse.