Alimentazione senza sale, come diminuire la quantità di sale nella dieta

da , il

    Alimentazione senza sale, come diminuire la quantità di sale nella dieta

    Abbiamo spesso parlato di quanto faccia male un’alimentazione troppo ricca di sale, in alcuni casi sarebbe anche meglio eliminarlo del tutto. Il sale infatti favorisce l’ipertensione e questo non è positivo neanche per quelli che non ne soffrono, le controindicazioni sono molto e sarebbe meglio per tutti limitarne il consumo a tavola. Ma come fare? Il sale spesso è l’ingrediente che sembra dare sapore agli alimenti, ma ecco qualche semplice abitidine da correggere per ridurre le quantità di sale nella propria dieta quotidiana.

    Innanzitutto c’è da dire che mangiare salato o meno è anche un fatto di abitudine, se in casa siete abituati a mangiare cibi poco salati, le vostre papille gustative saranno già abituate a questo tipo di alimentazione, se invece avete sempre mangiato cibi molto salati allora la cosa cambia ma è possibile cambiare e non soffrirne.

    Secondo recenti studi, dopo circa 3/4 settimane di alimentazione senza sale le papille gustative diventano più sensibili al sapore salato e quindi sarà meno necessario per voi che i cibi siano tanto salati. Questo sarà un primo passo importante.

    Un’altra semplice accortezza è togliere la saliera dal tavolo, non avendola a portata di mano, vedrete che il consumo abitudinario diminuirà notevolmente.

    Cercare di limitare il consumo di alimenti naturalmente salati come i salumi, i formaggi, i piatti pronti e le conserve.

    Si può anche cercare il più possibile di sostituire il sale con dei ‘sali falsi’ delle spezie che diano un buon sapore alle pietanze o dei sali sostitutivi che solitamente si vendono in farmacia.

    La cosa migliore, se proprio vorrete mangiare salato, sarà consumare piatti che contengono meno di 1gr di sale per porzione. La quantità di sale contenuta in un alimento confezionato la potrete trovare sull’etichetta.

    Come sempre è consigliato da tutti i nutrizionisti mangiare tanta frutta e tanta verdura, la loro ricchezza di potassio allevia in parte gli effetti nocivi del sodio.