Allergie respiratorie: anche l’albero di Natale tra le cause

da , il

    Allergie respiratorie: anche l’albero di Natale tra le cause

    Benché molti pensino al Natale come ad un periodo in cui al massimo ci si può beccare un raffreddore, in realtà anche i giorni di festa più importanti dell’anno nascondo diverse insidie, una delle quali proveniente proprio dal simbolo del Natale, l’abete! Eh si, è lui infatti la causa scatenante di alcune allergie respiratorie; niente di allarmante, pericoloso o pandemico, tranquille, si tratta semplicemente di alcune sostanze che vengono rilasciate dall’albero e possono risultare poco tollerate ed irritanti per alcune persone. Tra l’altro è anche possibile prevenire tutto ciò prendendo alcuni semplici accorgimenti.

    Partiamo dal presupposto che il problema si pone solo con gli alberi di Natale veri, non con quelli sintetici. Ovviamente se si preferisce l’abete in tutto il suo splendore, bisogna fare attenzione a notare se, dal momento del suo ingresso in casa, si verificano i segni tipici delle allergie respiratorie, come tosse, starnuti o senso di malessere in generale. In caso il colpevole potrebbe essere l’insospettabile alberello addobbato a causa della sua resina, della spore di muffa e dell’odore che emana. Ovviamente consultate sempre un medico riferendo della presenza dell’abete vero in casa.

    Tuttavia, a scanso di equivoci, prima di portare l’albero dentro casa sarebbe opportuno sciacquarlo per eliminare la linfa e le spore di muffa che potrebbero essersi formate: la muffa delle piante rappresenta infatti un potente vettore allergico per gli individui predisposti, visto che, come è stato dimostrato con diversi studi, essa viene prodotta in quantità notevoli già dopo due settimane di permanenza in casa della pianta.