Allergie respiratorie estive, quali sono e i rimedi più efficaci

Quali sono i rimedi più efficaci per le allergie respiratorie estive? Naso che cola, occhi rossi e irritati, asma, eruzioni cutanee, sono solo alcune delle manifestazioni tipiche delle allergie stagionali. Ma, quali sono gli altri sintomi delle allergie respiratorie estive e quali sono i rimedi più efficaci?

da , il

    Allergie respiratorie estive, quali sono e i rimedi più efficaci

    Quali sono i rimedi più efficaci per le allergie respiratorie estive? Come molti purtroppo già sapranno, la bella stagione è anche fonte di fastidio per chi accusa i sintomi di un’allergia estiva. Naso che cola, occhi rossi e irritati, asma, eruzioni cutanee, sono solo alcune delle manifestazioni tipiche delle allergie stagionali. A causa del calore e dell’umidità, e con il fatto che si sta molto di più all’aperto a contatto diretto con la natura, poi, i fattori di rischio si moltiplicano e con essi i sintomi correlati. Ma, quali sono gli altri sintomi delle allergie respiratorie estive e quali sono i rimedi più efficaci?

    I sintomi dell’allergia al polline

    L’allergia al polline è tra le allergie respiratorie estive più comuni. Come le altre, è il risultato di una reazione esagerata del nostro sistema immunitario ad un agente esterno. Anche se le cause dell’allergia al polline non sono ancora del tutto note i sintomi, invece, sono ben riconoscibili. Le piante maggiormente responsabili, poi, sono: il tarassaco (il periodo di massima diffusione va da maggio a giugno), il nocciolo (il periodo di massima diffusione va da gennaio a fine marzo), il pioppo e il salice (da marzo a maggio), la betulla (da aprile a giugno), l’olmo (da marzo ad aprile), la quercia e il faggio (da maggio a metà agosto) e l’ortica (da maggio a tutto settembre). Tra i sintomi più comuni dell’allergia a questi pollini:

    • starnuti ripetuti;
    • secrezioni acquose accompagnate da un fastidioso prurito al naso;
    • occhi rossi, gonfi, irritati con lacrimazione ingiustificata;
    • tosse secca e stizzosa;
    • difficoltà respiratorie;
    • asma.

    I sintomi dell’allergia alla polvere

    I sintomi dell’allergia alla polvere sono diversi. Va premesso che, in realtà, l’allergia alla polvere non è provocata dalle polveri, quanto dagli acari, insetti microscopici che troviamo praticamente su tutte le superfici, inclusa la nostra pelle. Questi piccoli animali proliferano sui tessuti che rivestono i nostri divani, nei materassi, tra le coperte, insomma sono dovunque. Eliminarli, anche con accurate pulizie quotidiane, è molto difficile; per questo spesso scatenano reazioni allergiche in chi è predisposto. Nel caso degli acari, gli allergeni che scatenano la reazione del sistema immunitario sono gli escrementi e le parti in decomposizione degli acari, che provocano una serie di sintomi tipici tra cui:

    • tosse secca;
    • difficoltà respiratorie;
    • asma allergica;
    • occhi rossi che lacrimano;
    • naso chiuso con abbondante produzione di muco;
    • malessere generale;
    • mal di testa.

    I sintomi dell’allergia alle graminacee

    L’allergia alle graminacee si manifesta a partire dalla tarda primavera fino a settembre. Tra le specie responsabili della reazione allergica ci sono: gramigna dei prati, grano, avena, granturco, segale, erba bambagiona, cannarecchia, erba codolina e erba mazzolina. I pollini di queste piante, a contatto con le vie aeree, scatenano un’anomala reazione del sistema immunitario che si manifesta con:

    • prurito agli occhi, al naso, al palato, alla gola;
    • occhi che lacrimano;
    • naso che cola;
    • naso chiuso;
    • occhiaia bluastre o gonfiore agli occhi;
    • tosse secca;
    • starnuti ripetuti;
    • difficoltà a respirare e/o a deglutire;
    • senso del gusto e dell’olfatto alterati;
    • senso di oppressione al torace.

    Allergia cutanea

    L’allergia cutanea si manifesta quando l’allergene scatena reazioni tali da provocare segni visibili sulla pelle. A provocarla possono essere diversi allergeni, tra cui anche gli alimenti (la frutta di stagione può provocare allergia alimentare). In questi casi, i sintomi più evidenti sono:

    • prurito;
    • arrossamento cutaneo;
    • macchie rosse sulla pelle;
    • eruzioni cutanee;
    • bolle sulla pelle;
    • gonfiore localizzato;
    • eczema.

    A questi sintomi cutanei possono accompagnarsi altri sintomi tipici delle allergie respiratorie. Tra questi asma e rinite allergica. L’allergia, invece, non si manifesta mai con la febbre. Questa si ha solo in caso di raffreddore e altre malattie di stagione.

    I rimedi più efficaci

    I rimedi per alleviare i sintomi delle allergie estive esistono e sono diversi. E’ chiaro che ogni allergia viene trattata dal medico, in base ai sintomi e alle caratteristiche tipiche della persona. Tuttavia, alcuni rimedi possono considerarsi “universali”, nel senso che possono essere considerati efficaci per prevenire e risolvere i sintomi della maggior parte delle allergie estive. Anche l’alimentazione in questi casi può aiutare, come i rimedi naturali.

    Omega-3

    Mangiare cibi ricchi di acidi grassi omega-3 aiuta a combattere le infiammazioni e quindi anche i sintomi delle allergie estive. Tra questi alimenti si consigliano, in particolare: salmone, noci, mandorle, semi di lino e semi di chia.

    Irrigazione nasale

    È una tecnica che consiste nel far passare all’interno delle cavità nasali una soluzione idro-minerale. Tale pratica viene usata per scopi igienizzanti e libera il naso dalle sostanze irritanti.

    Ortica

    Questa pianta medicinale riesce a fermare la produzione di istamina. Per sfruttare le proprietà dell’ortica si possono preparare delle gustose tisane.

    Quercetina

    La quercetina è un bio-flavonoide che si trova all’interno di agrumi, mele, tè, uva rossa e vino rosso, mirtilli e propoli. Questa sostanza impedisce il rilascio di istamina; per questo è utile per trattare le allergie respiratorie.