Alzheimer: i sintomi premonitori

da , il

    Alzheimer: i sintomi premonitori

    L’alzheimer è una malattia di demenza presenile dovuta a un processo degenerativo che colpisce i neuroni della corteccia cerebrale. Ne sentiamo parlare molto spesso, ma quali sono i sintomi di questa malattia? Diversi possono essere i segni della comparsa dell’alzheimer. Il primo sintomo premonitore può essere la perdita della memoria. E’ ovvio che non ci si riferisce alle dimenticanze di tutti i giorni e che non devono destare particolari perplessità. Tuttavia, le dimenticanze frequenti a casa o sul lavoro possono essere indiziarie della malattia. Per fare un esempio pratico si può pensare alla preparazione di un pasto, un’attività che compiamo quotidianamente.

    In condizioni normali è probabile che, durante la preparazione, si dimentichi il piatto sui fornelli ma, per il malato di alzheimer, è possibile anche che questo arrivi a cucinare il piatto e poi dimentichi anche di averlo preparato. Si tratta quindi di dimenticanze diverse e significative rispetto a quelle che colpiscono tutti noi nel quotidiano. Anche le difficoltà nel linguaggio sono sintomatiche dell’alzheimer; ciò si verifica quando si comincia a scambiare spesso un termine con un altro oppure a dimenticare parole semplici che prima si usavano correntemente. Anche la perdita delle coordinate spazio temporali è significativa.

    E’ normale per tutti noi dimenticare che giorno della settimana sia ma, in caso di alzheimer, è possibile che si dimentichi la strada di casa o come si è fatto ad arrivare in un certo posto. Ancora, la perdita della capacità di giudizio (il malato può decidere di andare fare la spesa in accappatoio o fare altre scelte inopportune), i cambiamenti repentini di umore (che avvengono senza una ragione precisa), come i cambiamenti drastici di personalità (ad esempio il malato può diventare da tranquillo a particolarmente irascibile). Anche l’eventualità che non si riesca a compiere attività svolte prima con tranquillità, come semplici calcoli matematici, o il riporre un oggetto in un posto inconsueto (come l’orologio nel barattolo dello zucchero) sono azioni improprie che significano che c’è qualcosa che non va e che molto probabilmente si tratta di alzheimer.