Andare a correre d’inverno: cosa bisogna sapere per fare jogging

da , il

    Andare a correre d’inverno: cosa  bisogna sapere per fare jogging

    Andare a correre d’inverno: cosa bisogna sapere per fare jogging in modo corretto e salutare? Se l’inverno non vi abbatte, ben lungi dall’abbandonare l’attività fisica all’aria aperta, potete infilarvi il cappellino di lana e partire all’attacco della giornata: correre all’aperto vi farà apprezzare l’aria frizzante, i paesaggi invernali rivestiti di brina, senza contare la piacevole scossa adrenalinica ai muscoli intorpiditi dalle lunghe ore di lavoro. Fare jogging può essere praticato anche a temperature bassissime senza rischi, tuttavia è opportuno ricordare qualche buona norma per praticare lo jogging d’inverno senza incappare in brutte avventure.

    Secondo recenti studi si può praticare jogging fino ai 5 gradi sotto lo zero e le indagini confermano che in realtà, nonostante quanto ci si potrebbe aspettare, al contrario di quanto si potrebbe pensare, si verificano meno traumi e infortuni rispetto all’esercizio durante le giornate estive.

    Unica controindicazione? Evitate di andare a correre se siete raffreddati o influenzati: in tutti gli altri casi fare jogging combatte lo stress e aiuta a mantenervi in forma in maniera facile, economica e divertente.

    Come ci si veste per andare a correre d’inverno? Evitate di coprirvi troppo: quando si inizia l’attività fisica dovreste avvertire un filo di freddo, perché una volta iniziata la corsa, vi riscalderete mantenendo la temperatura ideale.

    Scegliete bene le scarpe da corsa e indossate un cappello, che vi proteggerà da mal di testa e sinusite. Chi è allenato può indossare maglietta e una felpa: vestitevi a strati e indossate capi in microfibra o teflon, che trasportano il sudore verso l’esterno senza creare umidità.

    Una giacca a vento e i guanti possono aggiungersi per le giornate più ventose.

    Nutritevi in maniera opportuna: se correte di mattina, fate colazione circa un’ora prima, preferendo alimenti semplici e facilmente digeribili. Ottima abitudine una o due fette di pane con un cucchiaio di marmellata, biscotti, oppure cereali, frutta fresca e una tazza di té.

    Dopo la corsa, per pranzo o cena, assaporate una calda zuppa di di verdure e legumi, oppure un piatto di pasta, o riso, condita con un filo d’olio e tante verdure bollite, saltate in padella o crude.

    Anche durante l’inverno è importante bere molto: per provvedere a un giusto apporto idrico, oltre la classica bottiglietta d’acqua potete portare con voi un thermos con té caldo, magari con l’aggiunta di un cucchiaino di miele.

    E per terminare nel migliore dei modi il vostro allenamento non dimenticate di concludere la corsa con una serie di esercizi di stretching prima e dopo l’esercizio: al termine vi attende una doccia bollente e profumata, con cui sciogliere la fatica e sentirvi rivitalizzati.