Antiossidanti: nella dieta le donne sono meno attente

da , il

    Antiossidanti: nella dieta le donne sono meno attente

    Le donne sono meno attente agli antiossidanti nella dieta,lo ha dimostrato una recente ricerca. Un’indagine statistica promossa dall’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano sul territorio italiano ha verificato questo fenomeno inaspettato. Il genere femminile rispetto gli uomini si mostrerebbe meno responsabile nei riguardi di una dieta equilibrata, eppure un’adeguata alimentazione non soltanto è fondamentale per un corpo scattante e in salute, ma costituisce anche la prima delle medicine. Grazie ad elementi nutritivi e elementi quali gli antiossidanti è possibile prevenire numerose malattie, nonché attuare ogni giorno un prezioso elisir di bellezza. Molti cibi, quali broccoli, uva o spinaci contengono straordinari antiossidanti naturali in grado di contrastare l’invecchiamento. Lo studio, contrariamente alle previsioni iniziali, ha dimostrato che non sono le donne ad essere più consapevoli della dieta quotidiana. In Italia è il genere maschile che nella dieta quotidiana consuma in media una maggiore quantità di cibi ricchi di proprietà anti-invecchiamento, quali licopene, retinolo, vitamina C, carotenoidi, zinco e tocoferolo: lo avreste mai pensato?

    Gli antiossidanti aiutano a mantenersi sane e belle: pensate che un alimento come il cioccolato conterrebbe più antiossiodanti della frutta, ma sono moltissime le sostanze utili a contrastare l’invecchiamento, quali noci e nocciole.

    In particolare dopo i 30 anni è estremamente importante prestare attenzione a consumare alimenti freschi e altamente nutritivi.

    Una statistica promossa dall’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano sul territorio italiano ha monitorato le abitudini alimentari di qualcosa come 4000 ultraquarantenni.

    Lo studio, contrariamente alle previsioni iniziali, ha dimostrato che non sono le donne ad essere più consapevoli della dieta quotidiana.

    Gli uomini in media consumano una maggior quantità di cibi ricchi di proprietà anti-invecchiamento come licopene, retinolo, vitamina C, carotenoidi, zinco e tocoferolo: queste sostanze sono contenute soprattutto nei vegetali, nei cereali, legumi, frutta e nel pesce, soprattutto azzurro.

    ‘Avere un’alimentazione equilibrata e ricca di antiossidanti aiuta a combattere l’invecchiamento precoce delle cellule, non solo quelle cutanee, che possono creare problemi estetici, ma anche quelle nervose, responsabili di patologie, anche importanti, come le malattie neurodegenerative’ spiega Michele Barichella, responsabile delle Struttura di Dietetica e Nutrizione Clinica ICP di Milano e Presidente dell’Associazione italiana di Dietetica della Lombardia.

    Secondo la ricerca svolta dall’Osservatorio pur mangiando meglio delle coetanee, il 30% degli italiani mostra comunque di nutrirsi di un contenuto di antiossidanti inferiore al fabbisogno consigliato: da domani più attenzione per una spesa green?