Ascesso gengivale: sintomi, cause e cura

da , il

    Ascesso gengivale: sintomi, cause e cura

    Quali sono i sintomi, le cause e la cura per l’ascesso gengivale? Molto più spesso si sente parlare dell’ascesso dentale, ma anche quello gengivale può rivelarsi parecchio fastidioso. Il consiglio, in questi casi, è quello di recarsi immediatamente dal dentista. Le manifestazioni più comuni sono il dolore e il rossore della zona colpita, ma come riconoscere meglio i sintomi e cosa fare in questi casi?

    Ascesso gengivale: i sintomi da cui riconoscerlo

    In genere, in caso di ascesso gengivale, la zona colpita appare rigonfia e arrossata, ma anche piuttosto dolente, tanto da rendere difficoltosa, sia l’operazione di igiene dentale consueta, che la masticazione. Vero è anche che il dolore aumenta con l’estendersi del gonfiore e dell’infiammazione, per cui inizialmente l’ascesso gengivale potrebbe non dare particolare fastidio ed essere quindi asintomatico.

    Ascesso gengivale: le cause del problema

    L’ascesso gengivale dipende da un accumulo di pus in prossimità della gengiva e nella maggior parte dei casi a provocarlo è un’infezione batterica. Le cause dell’infezione sono varie; si può trattare di una lesione della parte di gengiva collocata tra due denti, ma anche della crescita dei denti del giudizio, di otturazioni che non sono state eseguite bene o essere dovuta a depositi di tartaro, carie o gengiviti non curate. Infine, l’ascesso gengivale può colpire chi porta delle protesi; in questi casi si può verificare che dei frammenti di cibo si introducano tra l’alveo del dente e la protesi stessa, marcendo e favorendo la proliferazione batterica. Cosa fare in caso di ascesso gengivale?

    Ascesso gengivale: la cura e i rimedi naturali possibili

    Quando si tratta di problemi del cavo orale il consiglio è quello di non trascurarli e di recarsi immediatamente dal dentista. I problemi di questo tipo, infatti, se non curati, degenerano e possono avere conseguenze più serie come l’estrazione dei denti colpiti. Al di là di questi casi più seri, il dentista, di solito, procede con la somministrazione di un antibiotico per trattare l’infezione e, in alcuni casi, nel drenaggio del pus, quando questo è accumulato in grandi quantità. Per quanto riguarda infine i rimedi naturali possibili, possiamo ricordare gli sciacqui con acqua e bicarbonato oppure con acqua e sale. Il dolore, invece, può essere calmato con impacchi di fiori o foglie di malva. I rimedi naturali, comunque, non sempre funzionano e quindi è meglio chiedere sempre consiglio al medico, specie al persistere dei sintomi.