Aspettativa di vita: le donne vivono più a lungo ma invecchiano peggio

da , il

    Aspettativa di vita: le donne vivono più a lungo ma invecchiano peggio

    Chi l’ha detto che vivere più a lungo è sinonimo di invecchiare bene? In molti lo pensano, ma è in realtà un errore: in percentuale le donne sono più longeve degli uomini ma subiscono un processo di invecchiamento che comporta disturbi più gravi rispetto a quelli dell’altro sesso. Il motivo è stato individuato nello stile di vita che, almeno fino a venti anni fa, conduceva la maggioranza delle donne.

    Le cause più comuni, infatti, sono attribuibili al fatto che la donna è impegnata su due fronti, lavorativo e domestico, che provocano un logoramento delle ossa e dei muscoli maggiore: non a caso i disturbi più accusati dalle donne anziane riguardano l’apparato muscolare e scheletrico. Ma negli ultimi anni, ciò che contribuisce a rendere più travagliata la vecchiaia è la voglia di sentirsi giovani. Un paradosso. Il botox, decantato elisir di lunga vita delle pelle, toglie sì le rughe nella zona in cui viene applicato, ma ne crea altre, e ben più marcate, dove invece è assente. Il botulino, infatti, provoca la paralisi di alcuni muscoli facciali e di conseguenza quelli che restano attivi sono sottoposti ad una maggiore attività che causa rughe più marcate. Prima di concludere soffermiamoci ad approfondire il tema principale di questo articolo: le donne vivono più degli uomini. La spiegazione è fornita da uno studio giapponese, che ritiene il genoma maschile come vero responsabile della minore longevità. In un esperimento di laboratorio, sono state creati esemplari femminili di topo grazie al materiale genetico delle sole madri. Il risultato è stato una vita di circa 186 giorni, in media, più lunga rispetto ai topi nati da genitori di entrambi i sessi. Non solo: questi esemplari sarebbero anche più sani e piccoli. Insomma, gli uomini dovranno farsene una ragione: il patrimonio genetico di una donna è qualitativamente migliore di quello di un uomo, e non ci sono, almeno finora, possibilità di invertire la tendenza.