Attacco cardiaco: troppa TV fra le possibili cause

da , il

    Attacco cardiaco: troppa TV fra le possibili cause

    Stare troppo tempo davanti alla televisione, o al computer, può aumentare il rischio di attacco cardiaco e addirittura accorciare la vita: conclusioni di un nuovo studio inglese. In effetti, passare ore e ore davanti alla TV, seduti, evitando abilmente della sana attività fisica, non fa sentire più riposati ma espone il nostro organismo a rischi sempre più alti. La salute cardiovascolare è strettamente collegata al movimento che facciamo fare al nostro corpo, ma visto che ormai si passa la maggior parte della giornata lavorativa seduti, sarebbe opportuno mantenere il fisico più attivo possibile durante le ore di svago.

    Durante lo studio condotto da Emmanuel Stamatakis ed il suo team su 4512 soggetti adulti (quasi quattro anni e mezzo, dal 2003 a metà 2007), 325 di essi sono deceduti e 215 hanno avuto almeno un evento cardiovascolare traumatico. I risultati hanno portato alla luce il fatto che, coloro che passavano più di quattro ore al giorno davanti alla TV o al computer presentavano una percentuale di rischio di avere un attacco di cuore (o altre malattie cardiache) incrementata del 125% rispetto a chi invece non sostava per più di due ore al giorno sulla sedia o sul divano.

    Un modo per mantenersi in forma ed evitare brutte sorprese consiste semplicemente nel limitare il quantitativo di tempo speso a stare seduti; si può cominciare guardando meno TV e praticando in alternativa qualche sport oppure iniziandosi ad un hobby dinamico, come la fotografia ad esempio.

    Inoltre, la televisione influisce negativamente anche sulla sfera cognitiva, abituando alla ricezione passiva di informazioni e limitando dunque la creatività.