Attività fisica in casa: come trarne il meglio

da , il

    Attività fisica in casa: come trarne il meglio

    La maggior parte di noi ama svolgere dell’attività fisica all’aperto, ma quando incombe l’inverno, il tempo si guasta e la temperatura scende, diventa sempre più difficile mantenere una certa costanza nell’esercizio fisico. Quindi, a meno che non viviamo all’equatore, finiamo per stare più tempo in casa e molto spesso si riduce drasticamente il tempo dedicato al benessere del proprio corpo. Ma è davvero impossibile fare attività fisica all’interno delle mura e ottenere benefici simili rispetto a quando ci si muove all’aria aperta? Si, ma bisogna organizzarsi. Vediamo come.

    - Innanzitutto si può pensare ad un sessione di alzata di gambe mentre si parla al telefono, tanto quando si sta buttati sul divano la chiamata all’amica o alla mamma ci scappa sempre. Bastano tre sessioni da dieci minuti al giorno

    - Fare la classica cyclette (chi non ce l’ha?) mentre si guarda il programma preferito in TV non comporta assolutamente perdite di tempo e si pedala con più piacere

    - Eseguire le pulizie di casa con la musica, oltre a rendere il lavoro meno pesante, serve a dare ritmo ai movimenti e quindi a bruciare più calorie

    - Non utilizzare mai l’ascensore se si vive ai piani alti: salire le scale fa benissimo alla circolazione e aiuta a tonificare gambe e glutei.

    - Trovare tra i dieci e i quindici minuti di tempo per praticare una sessione di addominali, anche improvvisata sul tappeto della camera da letto.

    - Fare stretching ogni mattina, per circa 15/20 minuti, è fondamentale per recuperare l’elasticità persa a causa del torpore del sonno. Con pochi esercizi di allungamento e con poca fatica si può regalare al proprio corpo un quotidiano benessere.