Attività fisica: preferite quella all’aperto, fa bene anche alla mente

da , il

    Attività fisica: preferite quella all’aperto, fa bene anche alla mente

    Eseguire dell’attività fisica in casa o all’aperto comporta una serie di differenze, a partire dal modo in cui poniamo attenzione a ciò che circonda e a come ci relazioniamo con esso. Questo è il verdetto della ricercatrice Andrea Faber Taylor dell’Università dell’Illinois a Urbana-Champaign. Durante la maggior parte delle ore della giornata, facciamo uso della nostra abilità all’attenzione diretta, che ci aiuta ad esempio a rimanere focalizzati sui nostri compiti, a guidare nel traffico intenso o a sostenere un esame. Ma lo sforzo che facciamo per mantenere alta l’attenzione richiede molta concentrazione, per cui alla fine della giornata ci troviamo ad essere mentalmente stanche e stressate dal lavoro e da tutto il resto.

    Trovarsi nel mezzo della natura, invece, attiva l’attenzione involontaria che utilizziamo, ad esempio, quando guardiamo il corso del fiume o osserviamo le foglie mosse dal vento; tutto questo pesa molto di meno sulla nostra mente e ci aiuta a ricostruire e a rinnovare l’attenzione diretta.

    Quando le persone fanno attività fisica all’aria aperta non stanno esercitando solo il loro corpo, ma stanno anche rigenerando l’attenzione e quindi ricevono dei benefici fisiologici grazie alla riduzione dello stress. La dottoressa Taylor ha scoperto, nelle sue ricerche, che camminare in un parco per circa 20 minuti migliora la capacità di attenzione nei bambini affetti proprio da deficit di attenzione. Allo stesso modo uno studio del 2008 dell’Università del Michigan, effettuato su un gruppo di studenti del college, ha dimostrato che camminare in un ambiente naturale o semplicemente guardare le immagini della natura riabilita le funzioni cognitive.

    Combinare natura ed attività fisica, fenomeno chiamato “Green exercise” (esercizio verde) dai ricercatori dell’università di Essex in Inghilterra, produce un effetto positivo sulla salute fisica ed emozionale: è stato dimostrato, infatti, che migliori significativamente l’autostima e l’umore, oltre a ridurre la pressione del sangue e a bruciare più calorie. Inoltre, con un po’ di accortezza, è possibile praticare ginnastica all’aperto anche in inverno.

    L’unico problema legato all’attività fisica all’aperto potrebbe risiedere nelle allergie che alcune piante presenti nei parchi potrebbero causare. Quindi, in presenza di fenomeni allergici, è sempre meglio consultare il proprio medico.