Calcolo calorie: perché ci sbagliamo sempre!

da , il

    Calcolo calorie: perché ci sbagliamo sempre!

    Vi siete mai chieste come mai, ogni volta che facciamo il calcolo delle calorie per una dieta, ci sbagliamo sempre? Puntualmente, la stima delle calorie che abbiamo profetizzato per ogni elemento tende, ineluttabilmente, ad essere superiore alle aspettative. Tutto questo ha però una base scientifica, come spiega una ricerca della Northwest University condotta da Alexander Cherney, secondo cui c’è un motivo preciso che causa il problema: noi siamo soliti conteggiare le calorie in base all’ordine in cui vediamo i cibi. Per capire meglio quanto detto, facciamo riferimento agli episodi tenuti da Cherney ed il suo staff.

    In un esperimento, Cherney ha scoperto che i partecipanti ai quali veniva mostrato un cheeseburger, stimavano la sua portata calorica fosse pari a 570, mentre quelli a cui veniva prima chiesto di stimare l’ammontare di calorie in una insalata, si trovavano poi ad affermare che le calorie per un cheesburger fossero 787, aumentando così la stima del 38%. Ovviamente nella ricerca non viene tenuto conto se il numero di calorie negli alimenti dietetici è reale.

    Ma c’è qualcosa di ancora più sorprendente: i partecipanti all’esperimento avevano difficoltà nell’individuare la differenza di calorie tra i cibi e le bevande salutari e quelli invece ‘pesanti’ se questi venivano sistemati davanti a loro nello stesso ordine. Quindi, chi vedeva una fetta di cheesecake seguita da un cheeseburger, era portato a dire che quel pasto (cheesecake più cheeseburger) avesse meno calorie di un cheeseburger con contorno d’insalata!

    Tutto questo vi crea confusione? Cherney, ha semplificato il tutto: le persone che tendono a sovrastimare il contenuto calorico di una sequenza di alimenti salutari e pesanti, ad esempio insalata e cheeseburger, sono le stesse che riescono ad avere più autocontrollo quando consumano del cibo. In altre parole, arrotondate per eccesso e mangerete di meno..fosse facile imporselo..