Capillari sul viso: cause e cosa fare per eliminarli

da , il

    Capillari sul viso: cause e cosa fare per eliminarli

    Le cause dei capillari sul viso sono diverse. Ma, cosa fare per eliminarli? I capillari rotti sul viso sono poco estetici e possono imbarazzare notevolmente chi ne è colpito. Per questo, può essere utile ricorrere a dei rimedi naturali o a delle cure dal dermatologo per eliminarli. In genere, comunque, i capillari dilatati o rotti compaiono per lo più intono alla bocca e al naso. Il rossore tipico di questi casi dipende proprio dal fatto che i capillari si sono rotti, con conseguente fuoriuscita di sangue. Se, invece, sono dilatati l’effetto è lo stesso.

    Cause

    Le cause della comparsa di capillari rotti sul viso non sono ancora del tutte note. Si ritiene che in questi casi possa avere un ruolo la predisposizione genetica, ma sembra rilevare anche l’eccessiva esposizione al sole senza adeguata protezione solare. Infine, a determinare questo disturbo, può essere una carenza di vitamina C oltre che i forti sbalzi di temperatura.

    Cosa fare

    In questi casi si consiglia di consultare un dermatologo per decidere la cura più adatta da approntare. Questo può suggerire il trattamento con il laser. Ne esistono di svariati tipi, durano in genere 20 minuti e sono necessarie una o più sedute di trattamento. Il laser utilizza un fascio concentrato di energia per scaldare i capillari sottocutanei mirando a ciascun singolo capillare rotto e rimuovendolo. La terapia della luce pulsata (che pure è consigliata in questi casi) è simile, ma colpisce un’area più vasta. Se non volete fare i trattamenti laser e a luce pulsata, il dermatologo vi indicherà dei farmaci, in grado di far restringere i vasi sanguigni. Se, poi, volete provare prima con i rimedi naturali, si consiglia un mix di camomilla e olio di rosa da versare nella crema idratante che si usa di solito. Si consiglia, in ogni caso, di assume degli integratori di vitamina C, E e lisina o i cibi che ne contengono. Un altro rimedio naturale utile è l’olio di vinaccioli, che si può usare a scopo preventivo. Anche le creme ad estratto di castagno migliorano la circolazione sanguigna e sono utili in questi casi. Le si può alternare a degli impacchi di aloe vera, che hanno un’azione astringente e antinfiammatoria. Ancora, si consiglia di ridurre l’esposizione al sole e di utilizzare un’adeguata protezione, ma anche di ridurre il consumo di alcool e gli sbalzi di temperatura (che possono rompere i capillari particolarmente sensibili).

    Scoprite anche come eliminare i capillari alle gambe!