Cattive abitudini, pranzare davanti al pc fa mangiare di più

da , il

    Cattive abitudini, pranzare davanti al pc fa mangiare di più

    Quanti di noi pranzano davanti al computer? Per fretta, per noia, per abitudine, da oggi oltre alla consapevolezza che fa male perchè non ci permette di staccare dal lavoro e iniziare una corretta digestione sappiate che questa cattiva abitudine fa anche aumentare l’appetito, parola di scienziati. A quanto pare secondo uno studio condotto dall’Università di Bristol in Gran Bretagna chi pranza davanti al pc ingerisce più cibo, inconsapevolmente, rispetto a chi si siede correttamente a tavola.

    Lo studio ha preso in esame 44 tra uomini e donne, suddivisi in due gruppi ha stabilito che la differenza tra chi ha pranzato a tavola e chi davanti al computer sta in un numero considerevole di biscotti consumati dopo il pasto, perchè? Secondo i ricercatori gli utenti del computer-pranzo hanno dimostrato una memoria sfocata del loro pasto, per questo si sentivano meno sazi e ancora desiderosi di cibo, rispetto a chi ha dedicato alla pausa il giusto tempo e luogo.

    Sempre secondo i ricercatori la poca memoria riservata al pasto porta a selezionare e consumare una quantità maggiore di cibo, per sentirsi effettivamente sazi. Ricerche precedenti hanno effettivamente suggerito come le persone tendono a mangiare di più quando cenano di fronte a un televisore seduti sul divano piuttosto che a tavola, probabilmente perché sono più attenti alla tv rispetto a ciò che i loro stomaci gli comunicano, e quando sono sazi non se ne accorgono.

    Alla base di tutto la disattenzione quindi? A quanto pare si, a casa come in ufficio.