Cibi poveri di colesterolo consigliati per una dieta equilibrata

da , il

    Cibi poveri di colesterolo consigliati per una dieta equilibrata

    Il colesterolo è una sostanza grassa che serve all’organismo per funzionare, questa viene prodotto dal fegato e viene anche introdotta dall’alimentazione. Quando si ingeriscono una gran quantità di cibi con alto contenuto di grassi animali come burro, insaccati, carni, formaggi grassi, tuorlo d’uovo e fegato è possibile registrare il colesterolo alto nel sangue, a quel punto la prima cosa da fare sarà correggere la propria dieta preferendo cibi poveri di colesterolo.

    Si chiama LDL ed è la lipoproteina che trasporta il colesterolo nelle cellule del corpo, la sua alta concentrazione può essere anche rischiosa per la salute perchè può far insorgere complicazioni anche gravi come malattie cardiovascolari.

    Il livello di colesterolo nel sangue ritenuto a rischio è di 200-220 mg/dl, per abbassarlo o prevenire l’insorgenza di complicazioni, bisognerà consumare con moderazione alimenti come carne, burro, latticini e latte mentre si potrà ‘abbondare’ in alimenti poveri di sodio e ricchi di fibre.

    Secondo gli esperti i grassi dovranno essere presenti nella dieta ma in maniera moderata, non dovrebbero superare il 35% nella dieta giornaliera e dovrebbero essere così ripartiti:

    • acidi grassi polinsaturi circa il 7% delle calorie totali con un rapporto omega-6/omega-3 intorno a 5:1.;
    • acidi grassi saturi non più del 7-10% delle calorie totali;
    • acidi grassi monoinsaturi fino al 20% delle calorie totali.

    Nello specifico gli alimenti che dovranno essere evitati in caso di colesterolo alto sono quindi i grassi animali, ma anche il tuorlo d’uovo, i formaggi e le carni grasse.

    I formaggi stagionati come il groviera, il gorgonzola, la fontina, i formaggini fusi, le sottilette, il pecorino, il grana ed i formaggi freschi tipo ricotta, mozzarella, crescenza e fiocchi di latte vanno consumati al massimo una volta a settimana e in porzioni da massimo 80 grammi.

    Il latte intero, così come lo yogurt bianco e la frutta (0,1% di grassi) possono essere consumati tutti i giorni ma con moderazione.

    Il pesce si potrà mangiare a giorni alternati. Sarà molto importante controllare i condimenti evitando troppi grassi e in ogni caso consumarne in modeste quantità.

    La carne magra potrà essere mangiata anche tre volte a settimana, i salumi e gli insaccati invece al massimo due volte.

    In caso di colesterolo alto sulla nostra tavola non dovranno mai mancare:

    • Legumi;
    • Cereali, sia raffinati che integrali (leggere le etichette dei prodotti industriali perchè spesso contengono burro o margarine, preferire i prodotti fatti in casa;
    • Verdure e ortaggi di tutti i tipi, compreso i tuberi come le patate;
    • Oli vegetali;
    • Soia e derivati;
    • Zucchero;
    • Frutta fresca, succhi, spremute e marmellate;
    • Bevande come tè, caffè e tisane;
    • Vino;
    • Birra.