Cioccolato fondente: una protezione per il fegato

da , il

    Cioccolato fondente: una protezione per il fegato

    Non finirà mai di stupirci: dopo la notizia che il cioccolato fondente è un ottimo alleato sia contro lo stress sia come attivatore del metabolismo, ora si diffonde il risultato di un’altra ricerca che sostiene che sia efficace anche contro le patologie di pertinenza epatica. Lo studio è stato condotto a Barcellona dal gruppo del dottor Andrea De Gottardi ed è stato presentato al meeting di Vienna della Società europea di Studi sul fegato. Dunque un alimento preziosissimo per la salvaguardia della nostra salute!

    Il motivo risiederebbe nell’abbondante presenza di antiossidanti che favorirebbero una diminuzione della pressione arteriosa, proteggendo di conseguenza i vasi. Ciò si ripercuoterebbe in maniera positiva sui fegati cirrotici, migliorandone la clinica.

    La scoperta è stata realizzata dopo aver analizzato un gruppo di pazienti con cirrosi epatica, divisi poi in due sottogruppi, di cui il primo ha assunto un pasto liquido a base di cioccolato fondente, mentre il secondo ne ha assunto uno a base di cioccolato bianco, privo quindi di flavonoidi contenuti nel cacao.

    Misurando la pressione arteriosa a mezz’ora dal pasto, è stato dimostrato che i pazienti che avevano ingerito il cioccolato fondente avevano valori pressori inferiori rispetto all’altro gruppo.

    Secondo i ricercatori, il merito di tale beneficio è degli antiossidanti del cioccolato, in grado di ridurre dopo il pranzo la pressione nel sangue nell’area addominale. Tale zona è particolarmente sensibile nei malati di cirrosi: i vasi sanguigni del loro fegato sono danneggiati dalla patologia, ed un afflusso di sangue troppo copioso provocherebbe ulteriori lesioni.

    Dunque, un caro amico della bellezza ma soprattutto della salute!