Cioccolato, tutte le proprietà benefiche

da , il

    Cioccolato, tutte le proprietà benefiche

    Conoscete le proprietà benefiche del cioccolato o siete tra coloro che scelgono di privarsene perché pensano, erroneamente, che faccia male alla salute e alla linea? Iniziamo sfatando un mito: non è il cacao in sé a fare ingrassare, ma quello che viene aggiunto al cacao, come zucchero, mandorle, aromi e tutto ciò che lo trasforma in una sorta di pralina. E allora la domanda da porsi non è “cioccolato si o no” ma “quale preferire”. In altre parole: perché privarsi del piacere del cioccolato? Basta sapere quale scegliere!

    Fondente o al latte?

    Per chi fa attenzione alla linea è consigliabile preferire il cioccolato fondente, non soltanto per una questione di calorie (che non si discostano molto tra un tipo e l’altro) ma perché, ad esempio, il cioccolato al latte, proprio per la presenza di latte, è più ricco di proteine oltre che di grassi. Il cioccolato fondente, inoltre, non ha colesterolo e ha più fibre.

    Nel fondente, inoltre, c’è un maggiore contenuto di flavonoidi, famosissimi antiossidanti presenti anche nel the, negli agrumi, nei frutti di bosco e persino nel vino rosso. C’è da dire, poi, che solo mangiando il cioccolato fondente si riesce ad apprezzare davvero l’aroma del cacao.

    Quali sono dunque le numerose proprietà benefiche del cioccolato? Ecco le principali:

    Antistress

    E’ risaputo: consumare anche un piccolo pezzo di cioccolato porta il buonumore. Il cioccolato, infatti, è capace di produrre endorfine, che portano benessere e riducono lo stress.

    Antiage

    Il cioccolato ha, poi, anche proprietà antiage e sarebbe addirittura in grado di rigenerare i tessuti. Secondo gli scienziati di Lycotec, infatti, mangiare cioccolato ogni giorno (in quantità limitate) potrebbe aiutare a prevenire l’invecchiamento e la formazione delle rughe . In particolare queste proprietà sarebbero da attribuire al cioccolato fondente, per il suo alto livello di flavanoli (anti-ossidanti del cacao).

    Stimolante

    Anche il cacao, come il caffè e il the, contiene teobromina e caffeina, delle sostanze psicoattive che interagiscono con il sistema nervoso centrale e quello cardiovascolare.

    Migliora la circolazione

    I polifenoli contenuti nel cacao svolgono un’azione fluidificante e sono in grado di contrastare la formazione di grassi nel sangue. Da alcune ricerche è emerso che, in particolare, il consumo di cioccolato extra fondente ,porta all’incremento dei livelli di ossido nitrico, capace di incrementare il flusso sanguigno. 

    Migliora la memoria

    Grazie ancora alla presenza dei flavonoidi presenti nel cacao, pare che il cioccolato possa rendere più intelligenti e migliorare la memoria. Con il tempo, infatti, si va incontro a un peggioramento della memoria, ma pare che il cioccolato fondente sia un buon alleato per contrastare il declino della nostra memoria. La prova indiscussa arriva da uno studio condotto dagli scienziati del Columbia University Medical Center. E’ stato preso in analisi un campione di 37 volontari di età compresa tra i 50 e i 69 anni, suddivisi in due gruppi, solo a uno dei gruppi è stata somministrata una dieta ricca di flavanoli per tre mesi. Ai test di memoria successivi sono stati riscontrati punteggi significativamente superiori da parte del gruppo con alta assunzione di flavanoli, tanto da poter sostenere che dopo tre mesi di assunzione di flavanoli la memoria di un sessantenne si avvicinava molto alla memoria di un 30enne o 40enne. Per cui… via libera al consumo di cioccolato a studenti e a chi punta all’apprendimento e la memorizzazione, ma anche ai meno giovani, per mantenere o rafforzare la memoria nel tempo.

    Aiuta in caso di ipertensione

    Secondo la Società Italiana di Nutraceutica il cioccolato fondente è un buon rimedio anche in caso di ipertensione. Importante ricordare, però, che lo stesso effetto non è dato anche dal cioccolato al latte o da quello bianco.

    Secondo una ricerca condotta negli Stati Uniti, inoltre, il cioccolato consumato con regolarità, grazie alla sua azione riequilibrante, aiuterebbe a perdere peso e combattere il colesterolo. La scelta migliore dunque è quella di preferire il cioccolato biologico, fondente (o meglio ancora extra-fondente) con una percentuale di cacao dal 70 all’80%.

    Curiosità

    Il pasticcere svizzero Marc Widmer ha recentemente messo a punto la ricetta di una cioccolata con capacità antidolorifiche, pensata soprattutto per contrastare i dolori mestruali e creata con il 60% di cacao e 17 erbe raccolte sulle montagne svizzere. Questo innovativo prodotto terapeutico, pensato per le donne, avrebbe l’effetto sperato grazie ai flavonoidi, all’associazione con le proprietà delle varie erbe e al magnesio naturalmente contenuto nel cacao, che possiede proprietà antinfiammatorie e calmanti, molto utili durante il ciclo mestruale.

    Sapevate, inoltre, che il 7 luglio di ogni anno si celebra la Giornata Mondiale del Cioccolato? Viste le proprietà di questo alimento dovremmo iniziare a pensare di celebrarla ogni giorno, per essere sempre di buon umore ma anche per mantenerci giovani e in salute.