Cisti sierosa congiuntivale: cause, terapia e intervento

da , il

    Cisti sierosa congiuntivale: cause, terapia e intervento

    Quali sono le cause della cisti sierosa congiuntivale? Quale terapia è possibile in questi casi e, in cosa consiste l’intervento di rimozione? Le cisti sierose congiuntivali sono delle piccole sacche piene di siero che si possono formare nello spessore della congiuntiva, cioè nella parete interna della palpebra e sulla parte bianca dell’occhio. Talvolta, chi le scopre, tende a preoccuparsi abbastanza, perché gli occhi sono avvertiti sempre come una zona abbastanza delicata. In realtà, non si tratta di una vera e propria patologia ma, nella maggior parte dei casi, di un fastidio che può scomparire anche spontaneamente, senza necessità di cure particolari. E’ consigliabile, però, recarsi comunque dall’oculista, per verificare se si tratta effettivamente di una cisti sierosa innocua.

    Sintomi

    In molti casi le cisti sierose (che non vanno confuse con l’orzaiolo) non sono subito visibili ad occhio nudo e chi ne è affetto potrebbe anche non accorgersene, dato che le cisti nascono all’interno dell’occhio. In più, queste piccole sacche di siero, sono quasi trasparenti e non danno fastidio, almeno fino a che non aumentano eccessivamente di dimensione. Le cisti sierose congiuntivali, però, vanno distinte da quelle congenite, presenti, cioè, sin dalla nascita. È il caso delle cisti dermoidi, che al loro interno contengono anche pezzi di pelle e di peli. Queste tendono a crescere in modo molto lento ma sono comunque formazioni benigne e possono essere eliminate con una piccola incisione se aumentano eccessivamente di dimensione. Allo stesso modo, le cisti sierose vanno distinte da altre possibili formazioni, benigne o maligne, che possono interessare l’occhio.

    Cause

    Ancora non sono note le cause che portano alla formazione di queste piccole “palline” sierose all’interno dell’occhio. Trattandosi di un accumulo di liquido, comunque, esse possono essere facilmente trattate ed eliminate. Al manifestarsi dei sintomi, però, si consiglia di consultare l’oculista che, con una visita specialistica, stabilisce se effettivamente si tratta di cisti sierosa o di altro genere di formazione.

    Terapia ed intervento

    Come anticipato, le cisti sierose congiuntivali non necessitano sempre di una cura o un intervento particolare. E infatti, esse possono anche regredire spontaneamente col tempo, così come si sono formate. Solo quando la cisti oculare tende a crescere anziché regredire si può intervenire con la prescrizione di farmaci specifici e, al limite, con un piccolo intervento di rimozione. In quest’ultimo caso si pratica un’incisione, oppure, più semplicemente, si può bucare con un ago sottilissimo la cisti che si svuota e, solitamente, non si riforma più. A scopo preventivo, infine, si consiglia di limitare l’uso di trucchi che contengono sostanze potenzialmente dannose, come i parabeni.