Addominali: esercizi e consigli utili [FOTO]

da , il

    Alcuni piccoli consigli e pochi esercizi vi permettono di avere addominali da far invidia! Per avere degli addominali perfetti ed un girovita invidiabile, in grado di essere contenuto in qualsiasi misura dei pantaloni, non servono diete drastiche, non c’è bisogno di distruggersi con esercizi addominali ed esagerare con l’attività fisica. Le soluzioni sono diverse, ma possiamo riassumerle in cinque consigli molto efficaci, tanto per gli addominali, quanto per il benessere fisico generale. Mangiare tutto gli alimenti i maniera equilibrata, bilanciare l’apporto calorico durante la giornata, riducendolo la sera ed evitare una vita sedentaria, soprattutto in mattinata.

    Esercizi

    Bicicletta

    Sdraiate a terra, su un tappetino da fitness, con le mani dietro la nuca, alzate il busto di circa 10 centimetri da terra e con il gomito del braccio sinistra andate verso il ginocchio della gamba destra che avrete alzato formando un angolo di circa 90 ° con le ginocchia. Alternate l’esercizio tra una gamba e un’altra. Ripetete l’esercizio 20 volte per gamba per 2 serie. Aumentate il numero di serie e ripetizioni col passare del tempo.

    Addominali frontali

    Sdraiate a terra, con la schiena ben aderente al tappetino, flettete le gambe appoggiando i piedi a terra in modo che si formi un angolo di circa 45°. Mettete le mani dietro la nuca, sollevate il busto di circa 15-20 centimetri da terra. Ripetete l’esercizio 10 volte consecutive per tre serie, almeno all’inizio, poi aumentate gradualmente.

    Consumare pasti misti

    È importante assumere tutte le sostanze nutritive durante un pasto, in modo da poter metabolizzare grassi e carboidrati; questi ultimi, infatti, se sono in eccesso, tendono a depositarsi e a sedimentarsi come strati di adipe. Combinarli con proteine e grassi essenziali aiuta a tenere stabili i livelli di insulina, abbassando quindi l’indice glicemico.

    Mangiare sei volte al giorno

    Come ben sappiamo, mangiare poco e spesso serve a velocizzare il metabolismo; pasti ravvicinati tra loro evitano che l’organismo senta il bisogno di cibo e quindi si alimenti in maniera disordinata, dettata dalla tensione. Si mangia quindi più velocemente, lo stimolo della fame raggiunge in ritardo il cervello e così si creano degli scompensi alimentari.

    Con pasti leggeri e frequenti, invece, tutto questo non accade.

    Pochi carboidrati la sera

    Questo lo sappiamo tutti, non c’è bisogno di parlarne molto, consumare carboidrati la sera è nocivo per la linea, quindi meglio preferire fibre e proteine, utili a donare energie e a facilitare la digestione. Stop a pasta e pane e avanti verdure, carne bianca, salumi magri, uova sode e pesce.

    Fare esercizio fisico al mattino

    Gli esercizi andrebbero eseguiti la mattina, a stomaco vuoto, perché secondo uno studio mirato, è stato scoperto che a digiuno i livelli di insulina sono più bassi e questo comporta un maggior consumo di grassi.

    Bere molto acqua

    Digiuno non significa però restare a secco di acqua; prima e dopo l’attività fisica il corpo va idratato, in modo da aiutarlo durante lo sforzo e da velocizzarne il metabolismo. Non dimentichiamo neanche che bere molto contribuisce a dare un senso di sazietà.

    Provate anche gli esercizi per la pancia piatta oppure quelli per le gambe ed i glutei!