Come curare la propria igiene intima

da , il

    Come curare la propria igiene intima

    La cura dell’igiene intima è fondamentale per la salute di una donna, a causa delle numerose infezioni che possono avere luogo all’interno della vagina, al cui interno sono presenti numerosi microrganismi che agiscono in sua difesa. Tra le cause di infezione, oltre ad agenti esterni, come ad esempio i batteri presenti in un bagno non igienico, ci sono anche i microrganismi presenti nelle feci, i cui residui possono andare ad intaccare (in modo ovviamente non visibile o percettibile), la flora batterica della vagina. Vediamo quali sono le possibili cause di infezione e come curare la propria igiene intima.

    Vagina e infezioni batteriche

    L’igiene intima deve occuparsi di tutti gli aspetti che riguardano la cura della vagina; ad esempio, quando questa viene detersa, il movimento dovrebbe essere compiuto da avanti verso l’indietro, in modo da evitare che i microrganismi depositatisi nella zona (come abbiamo riportato nell’esempio delle feci), possano provocare una contaminazione batterica.

    Un’altra fonte di infezione sono i rapporti sessuali non protetti, sia per la trasmissione da contatto diretto, sia per il PH alcalino dello sperma che può abbassare l’acidità vaginale, provocando una riduzione dell’attività della flora batterica.

    Vaginosi batterica

    Quando si verifica un’alterazione della flora batterica, è possibile che si verifichi una vaginosi, con la conseguente intromissione di agenti patogeni. Le cause sono molteplici e vanno da un periodo di forte stress, al diabete, alla somministrazione di antibiotici; i sintomi sono individuabili dalla presenza di perdite biancastre e cattivi odori.

    Precauzioni e indicazioni per la cura

    Un ovvio consiglio preventivo è quello di non condividere asciugamani intimi per evitare la trasmissione dell’infezione; il sapone, inoltre, dovrebbe avere un PH delicato ed essere neutro, ovvero non profumato da aromi particolari.

    Nondimeno, l’igiene intima passa anche attraverso un tipo di alimentazione corretta, visto che alcuni cibi possono apportare degli scompensi alla flora batterica vaginale.

    Infine, sarebbe opportuno indossare biancheria intima in cotone traspirante, poiché non trattiene umidità e calore prodotti a livello vaginale, con la conseguente proliferazione di agenti patogeni.