Danni da alcol: un aiuto alla cura arriva da una pianta cinese

da , il

    Danni da alcol: un aiuto alla cura arriva da una pianta cinese

    Curare i danni da alcol, e fare in modo che chi ne soffre non subisca i soliti problemi neurologici, è un obiettivo dichiarato della medicina attuale. Gli alcolisti, infatti, anche dopo aver subito un trattamento di recupero, spesso portano i segni degli eccessi sia nel fisico che nella mente. Dalla Cina, però, potrebbe arrivare una soluzione al secondo problema.

    I ricercatori della University of California di Los Angeles, infatti, hanno dichiarato di aver scoperto in un estratto dell’Hovenia dulcis, una pianta diffusa in Cina e in Asia, che contiene una molecola (Dhm), in grado di difendere il cervello dall’intossicazione da alcol.

    Gli studiosi, coordinati dalla dottoressa Jin Liang, sostengono che questa possa essere una soluzione alla cura dell’alcolismo, visto che, almeno sui topo ubriachi, l’effetto sbronza è passato quasi 15 volte più rapidamente dopo l’iniezione di un solo milligrammo di Dhm.

    E non sono stati riportati i comuni danni da alcol.

    Sebbene questa molecola non comporti alcun effetto collaterale, almeno sugli animali, gli scettici affermano che curare l’alcolismo con essa, possa incentivare le persone a bere di più, rendendole sicure del fatto che basti davvero poco per tornare in forma.

    Insomma, per loro ci sarebbe da lavorare sulla prevenzione, piuttosto che sulla cura dei danni.