Come riconoscere e curare il piede d’atleta

da , il

    Come riconoscere e curare il piede d’atleta

    Come riconoscere e curare il piede d’atleta? Il piede d’atleta (o tigna del piede) è una patologia contagiosa causata da un gruppo di funghi. Molto spesso, questa micosi colpisce i piedi degli sportivi, perché questi frequentano luoghi pubblici dal clima caldo-umido (palestre, docce, piscine ecc.). La trasmissione della malattia, infatti, avviene per contatto diretto (con il contagiato) o indiretto (con gli oggetti contagiati).

    Sintomi

    I sintomi del piede d’atleta (detto anche tigna) sono diversi. Essi, nella fase iniziale dell’infestazione, interessano per lo più la zona compresa tra le dita del piede e, solo successivamente, si possono estendere alla pianta, al dorso e alle unghie. Le manifestazioni più comuni (anche di altri funghi della pelle), sono: eritema, cute arrossata e purulenta, ispessimento della pelle, presenza di vescicole dal contenuto acquoso, desquamazione cutanea, cattivo odore dei piedi, prurito e ispessimento o indebolimento delle unghie. Al manifestarsi di questi sintomi, si consiglia di consultare il medico perché, attraverso le lacerazioni causate dai funghi, si possono contrarre infezioni ancora più serie. Va ricordato, comunque, che la stessa infezione che colpisce il piede d’atleta può diffondersi anche ad altre parti del corpo, come le ascelle o le mani.

    Cause e fattori di rischio

    I microrganismi che causano il piede d’atleta proliferano in ambienti caldi ed umidi; per questo, tale patologia colpisce soprattutto chi pratica sport e frequenta ambienti pubblici. Perciò, si raccomanda di indossare calzini e scarpe traspiranti, ma anche di evitare di camminare a piedi nudi in luoghi possibilmente infetti. Tra le altre cause che favoriscono la comparsa del piede d’atleta, anche un abbassamento delle difese immunitarie o la presenza di altre malattie come l’AIDS, il diabete e le disfunzioni circolatorie.

    Cura

    Per curare il piede d’atleta (anche nei bambini) si può ricorrere sia ai farmaci che ai rimedi naturali. La terapia convenzionale prevede, in genere, l’utilizzo di farmaci antimicotici sia ad uso topico (pomata, unguento, spray, ecc.), che sistemico (per uso orale). Nel caso in cui l’infezione non sia molto estesa, si consigliano i prodotti in crema (che non richiedono ricetta medica). Qualora, invece, la micosi si fosse già diffusa o fosse recidivante, si consiglia una cura a base di farmaci da assumere per bocca. Tra i rimedi naturali, poi: il timo, l’echinacea e il bicarbonato, tutti antisettici e disinfettanti. Il bicarbonato, in particolare, abbassa il grado di acidità dell’acqua e, i funghi, in un ambiente poco acido, non riescono a sopravvivere. Per evitare le recidive del piede d’atleta, infine, si consiglia di applicare polveri antifungine a scarpe e calzini.