Contraccettivi femminili sottocutanei: pro e contro

da , il

    Contraccettivi femminili sottocutanei: pro e contro

    Una delle ultime innovazione in termini di contraccezione femminile è rappresentata dai metodi anticoncezionali sottocutanei che garantiscono una protezione contro le gravidanze indesiderate per circa 3 anni. Nexplanon, è questo il nome del contraccettivo femmine sottocutaneo attualmente in commercio. ‘È un contraccettivo che utilizza l’etonogestrel, un derivato sintetico ad azione progestinica’. Nexplanon non contiene estrogeni e quindi può essere adottato anche dalle donne che presentano controindicazioni al loro utilizzo. Il principio sul quale si basa questo metodo contraccettivo è lo stesso del cerotto e della pillola. La contraccezione, infatti, viene garantita dal rilascio di ormoni che inibiscono l’ovulazione. A differenza della pillola (cha va presa ogni giorno) e del cerotto (che va cambiato una volta alla settimana), Nexplanon, una volta inserito sotto la cute, garantisce una protezione dalla gravidanze indesiderate di circa 3 anni.

    Contraccettivi femminili sottocutanei: i vantaggi

    • Il principale vantaggio dei metodi contraccettivi sottocutanei riguarda la loro lunga durata (circa 3 anni dal loro inserimento sotto la cute).

    • L’efficacia di questo metodi contraccettivi è molto alta, anche perché a differenza della piccola, non vi è il rischio di dimenticarsi di assumere il farmaco.

    • I metodi contraccettivi permanenti, inoltre, sono efficaci già da 24 ore dopo il loro inserimento sotto la cute.

    • Non essendo un farmaco orale non bisogna preoccuparsi in caso di problemi gastrointestinali.

    Non è un metodo contraccettivo permanente. Con un semplice intervento ambulatoriale di breve durata può essere facilmente rimosso da un medico. Quindi, non vi sono problemi in caso di ripensamenti. Inoltre, una volta rimosso l’impianto, il ritorno alla fertilità è quasi immediato.

    • Nexplanon rilascia un ormone sintetico ad azione progestinica chiamato Etonogestrel, ma non contiene estrogeni. Quindi può essere utilizzato anche dalle donne che presentano controindicazioni al loro impiego.

    • Questo metodo contraccettivo sottocutaneo, non contenendo estrogeni, presenta anche minori effetti collaterali rispetto ai tradizionali metodi contraccettivi ormonali, come ad esempio la pillola.

    Contraccettivo sottocutaneo

    Contraccettivi femminili sottocutanei: gli svantaggi

    • Per inserirli e per rimuoverli avrete bisogno di un medico. La procedura di inserimento e rimozione è però molto semplice, anche se, probabilmente vi rimarrà una piccola cicatrice sul braccio.

    • Essendo una terapia ormonale può avere alcuni effetti collaterali. I più comuni sono l’aumento di peso e il mal di testa.

    • Non trattandosi di un metodo a barriera, l’anticoncezionale sottocutaneo non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili.

    Nexplanon