Contro allergie e asma in Australia si piantano alberi

da , il

    Contro allergie e asma in Australia si piantano alberi

    La città di Canberra in Australia ha lanciato una proposta dall’anima green: aumentare il polmone verde della città piantando 400 mila nuovi alberi, per incentivare la presenza di ossigeno e scongiurare le patologie legate allo smog.

    L’istituto TEEB, The Economics of Ecosystems and Biodiversity, ha analizzato e promosso l’iniziativa eco-friendly che dall’Australia potrebbe registrare un cambio di tendenze a livello globale.

    Mentre la Svizzera si munisce di semafori anti-smog, la città australiana di Canberra pianterà alberi come deterrente contro allergie, asma e tutte le malattie da inquinamento.

    Gli esperti hanno affermato che l’iniziativa condurrà a numerosi ed importanti vantaggi, sia economici, sia sanitari.

    ‘Il benessere dell’uomo e tutte le sue attività economiche’ ha spiegato Pavan Sukhdev, ricercatore del Teeb ‘sono basate sulla salute e l’efficienza degli ecosistemi. I valori naturali hanno un impatto economico diretto sul benessere e sulla spesa pubblica‘.

    Grazie alle piante, l’aria cittadina diventa più fresca e più pura. Inoltre diminuirà l’utilizzo dei condizionatori e le patologie legate allo smog avranno minor incidenza sulla popolazione, senza contare i benefici offerti da una maggior presenza di verde pubblico per combattere lo stress.

    L’idea dell’amministrazione comunale di Camberra di piantare alberi per ridurre asma e allergie è stata rilanciata dall’Unep, l’Agenzia Onu per l’Ambiente, che la definisce come una delle esperienze di maggior successo.

    Gli amministratori hanno calcolato che i benefici della foresta urbana renderanno una somma che potrebbe sfiorare i 70 milioni di dollari in 5 anni.