Cosa mangiare con la dissenteria: dieta per stare subito meglio

da , il

    Cosa mangiare con la dissenteria: dieta per stare subito meglio

    Cosa è meglio mangiare con la dissenteria? Per stare subito meglio è opportuno seguire una dieta mirata, fatta di alimenti semplici e asciutti. Le cause alla base della dissenteria possono essere le più diverse, da un virus ad infezioni, o una semplice influenza, mentre nel caso di situazioni croniche la malattia può essere legata a disturbi come la sindrome da colon irritabile o malattie infiammatorie intestinali. L’importante nel trattare la dissenteria è fare attenzione alla dieta quotidiana e a ciò che si mangia, evitando alimenti che possano aggravare la situazione.

    La diarrea è la naturale risposta all’attacco di virus e batteri, per esempio nel caso della dissenteria del viaggiatore il malassere è collegato a un cibo a cui non si è abituati, contaminato da batteri e parassiti.

    Durante un attacco di dissenteria potete percepire dolorosi crampi, dolori addominali, nausea e in alcuni casi febbre: reintegrare i liquidi persi è la prima necessità.

    Per evitare di correre il rischio di una disidratazione, via libera a acqua, zuppe, tisane con l’aggiunta di un cucchiaino di miele e limone, succhi di frutta.

    Cercate di privilegiare un’alimentazione semplice: potete consumare insalate, carne preferibilmente bianca e un ottimo piatto di riso in bianco o pasta cucinata con un sugo leggero.

    Evitate la caffeina, i prodotti lattiero-caseari e i prodotti alimentari grassi, ad alto contenuto di fibra o molto dolci: bandite anche le bevande eccessivamente fredde.

    Se avete mal di stomaco non cadete nella tentazione di fritti, insaccati o cibi elaborati; limitatevi a cotture al vapore.

    Secondo gli esperti sono da preferire carote, mele e mirtilli, utili per ricompattare le feci, nonché le patate e i carciofi, che aiutano ad eliminare le tossine e hanno funzione depurante.