Cosa mangiare fuori pasto per non ingrassare

da , il

    Cosa mangiare fuori pasto per non ingrassare

    Quando si segue una dieta o comunque un’alimentazione corretta per non ingrassare, bisogna prestare una particolare attenzione a quello che si mangia fuori pasto. Mangiare fuori pasto, contrariamente a quello che molti pensano, è essenziale per un corretto funzionamento del metabolismo, per tenerlo in moto e permettere di bruciare le calorie in eccesso. La regola che molti nutrizionisti consigliano infatti è di fare almeno cinque pasti al giorno per tenere sveglio il metabolismo e quindi, considerando colazione, pranzo e cena, significa che almeno due spuntini fuori pasto vanno fatti, magari uno a metà mattinata e l’altro a metà pomeriggio.

    Naturalmente negli spuntini, non si può pensare di eccedere con i peccati di gola come merendine, patatine, caramelle e anche bevande gasate e zuccherate che rischiano di attentare alla nostra linea e al nostro benessere.

    Ogni tanto si può anche fare uno sgarro, ma la regola dovrebbe essere sempre quella di prediligere alimenti preziosi e di qualità per la nostra salute e non prodotti che contengono coloranti, grassi idrogenati e altre sostanze che spesso sono presenti nei prodotti di questo tipo. Consumare regolarmente molti di questi cibi può portare a problemi di sovrappeso e di obesità: una merendina del peso medio di 30/40 grammi apporta circa 120-190 kcal a seconda del tipo e copre il 4-9% della quota energetica giornaliera prevista per ragazzi e adulti.

    Infatti bisogna considerare che anche negli spuntini le calorie sono importanti, non bisogna eccedere con gli zuccheri e i grassi per non caricare troppo il nostro regime alimentare.

    Bisogna quindi orientare la nostra scelta sulla frutta e la verdura, per fare il pieno di vitamine, sali minerali, e di acqua, specialmene ora che andiamo incontro al caldo dell’estate. Molta frutta e verdura inoltre (prevalentemente quella di colore rosso e arancio) contiene betacarotene, preziosissimo per la pelle e per garantirci un’abbronzatura uniforme. Si può scegliere di consumarla attraverso centrifugati e macedonie, succhi di frutta (senza zuccheri aggiunti), oppure al naturale. Via libera anche a Yogurt, che contengono calcio, e a tisane oppure , anche freddi, come bevande.