Curare l’insonnia con la dieta giusta

da , il

    Curare l’insonnia con la dieta giusta

    Se avete problemi con il sonno, iniziate a considerare l’ipotesi di conoscere e seguire maggiormente alcune sane abitudini che potrebbero incidere positivamente sul vostro riposo. Se attività fisica e la corroborante abitudine a mantenersi in forma grazie al moto sono un toccasana anche contro stress e ansia, favorendo il naturale sonno, anche la dieta giusta può essere tra i migliori metodi per curare l’insonnia a partire dalla tavola. Oggi si dorme di meno a causa della dipendenza dai social network: navigare su internet, specialmente di sera, può drasticamente allontanare l’appuntamento con il cuscino, causando un senso crescente di irrequietezza. Dunque al bando smartphone e portatile dopo cena ed ecco qualche consiglio per iniziare a curare la vostra insonnia con la dieta giusta.

    Di sera, nonostante gli impegni quotidiani vedano ormai la maggior parte di noi fuori casa per tutto il giorno o quasi, è ottima la buona abitudine di un tempo a consumare un pasto leggero.

    La digestione provoca infatti il senso di un diffuso torpore, tuttavia può impegnare eccessivamente l’organismo, senza contare le difficoltà nel riposare bene.

    Cercate di evitare bevande gassate, specialmente quelle ad alto dosaggio di zucchero e caffeina: secondo gli esperti il latte non aiuta a prendere sonno, tuttavia se amate accompagnare il rito della buona notte con una bevanda calda introducete l’abitudine a una tazza di camomilla o tisana da sorseggiare prima di dormire. Diventerà anche il gesto ripetuto di un piccolo rituale casalingo, come da piccoli le favole.

    Consumate pasti ricchi di frutta e verdura: d’inverno potete concedervi gustose zuppe e verdure in padella, con l’aggiunta di fragranti spezie.

    Gli alcolici danno sonnolenza nell’immediato, tuttavia oltre i due bicchieri lo stomaco può risentire degli effetti negativi.

    Tra gli alimenti che favoriscono il riposo consigliati sono i cereali, il riso: consumare un piatto di farro o di pasta vi assicurerà una buona dose di triptofano, un aminoacido che stimola la sintesi della serotonina, il neurotrasmettitore responsabile del benessere.

    La serotonina aumenta anche con il consumo di cibi ricchi di zuccheri semplici come la frutta. Sembra che tra le verdure abbiano il potere di conciliare il sonno lattuga e radicchio rosso, oltre a cipolla e l’aglio, a causa delle proprietà sedative.

    Se camminare migliora la vita, come di recente confermato da un’indagine scientifica inglese, prendete la sana abitudine di una passeggiata serale, osservando la vita del quartiere ed eliminando l’incontro con internet.

    Tiglio, valeriana e passiflora, con un cucchiaino di miele, vi accompagneranno dolcemente tra le braccia di Morfeo. E se ancora non avete sonno accendete lo stereo: secondo uno studio i Coldplay sono ottimi contro l’insonnia.