Curare l’ipertensione con il peperoncino

da , il

    Curare l’ipertensione con il peperoncino

    Avreste mai pensato di curare l’ipertensione con il peperoncino? Le ultime ricerche confermano una cultura in realtà millenaria: il peperoncino abbassa la pressione sanguigna.

    Da ora non avrete che da imparare tante ricette al peperoncino per utilizzare al meglio questo infuocato ingrediente presente nella cucina di tante aree del mondo.

    Consigliato nelle diete per il gusto forte e in quanto inibitore della fame, vanta proprietà afrodisiache e analgesiche, ma ora recenti studi approfondiscono le qualità del peperoncino per la salute.

    L’indagine effettuata dai ricercatori del centro di ricerca cinese Third Military Medical University ha evidenziato la capacità del peperoncino di abbassare la pressione sanguigna.

    Lungamente utilizzato dai popoli di India e Sud America, gli studi hanno confermato l’effetto di rilassamento dei vasi sanguigni tramite l’utilizzo del peperoncino e di conseguenza l’abbassamento della pressione sanguigna grazie alla capsaicina, ovvero la sostanza che caratterizza il sapore particolare del peperoncino, che vira verso il piccante.

    Gli scienziati hanno testato la sostanza su alcune cavie da laboratorio che mostravano sintomi di ipertensione: alimentati attraverso una dieta ricca di capsaicina, gli animali hanno mostrato un abbassamento della pressione statisticamente non spiegabile se non per l’effetto della sostanza sull’organismo.

    La capsaicina attiverebbe un recettore presente all’interno dei vasi sanguigni, determinando un aumento della produzione di ossido nitrico, molecola che protegge i vasi sanguigni da infiammazioni e disfunzioni.

    Se al momento non si conoscono esattamente le quantità necessarie per l’opportuno utilizzo, una cosa è certa: non dimenticate di aggiungere ai vostri piatti il forte sapore del peperoncino.