Curarsi con le erbe sarà illegale dal 1 aprile 2011

da , il

    Curarsi con le erbe sarà illegale dal 1 aprile 2011

    Sembra crescere a dismisura e nel silenzio generale il potere dell’industria farmaceutica, che sta per attuare una battaglia contro i prodotti erboristici: dal 1 aprile 2011 in Europa le erbe della salute subiranno restrizioni sempre più radicali… in un momento in cui sempre più persone sono interessate a curarsi con rimedi naturali.

    La libertà di cura e le medicine erboristiche tradizionali stanno per affrontare l’ennesima stilettata da parte di una scienza che si arroga il diritto di demandare al farmaco un processo di cura che tra l’altro nella realtà dei fatti spesso si dimostra insufficiente per una guarigione della persona a livello globale.

    La European Directive on Traditional Herbal Medicinal Products (THMPD) è stata emanata il 31 marzo 2004 ed ha reso operative una serie di regole per l’uso dei prodotti erboristici, precedentemente commercializzati sul libero mercato.

    Tale direttiva richiede che per tutte le preparazioni di erbe si debba passare attraverso le stesse procedure dei farmaci, nonostante alcuni rimedi a base di erbe siano noti da millenni.

    I costi delle nuove procedure sono decisamente superiori a quelli affrontabili dalla maggior parte dei produttori, con esclusione di grandi industrie farmaceutiche ed agroalimentari. Si parla infatti di costi che oscillano fra i 100.000 e i 150.000 euro per erba. Nei casi di un composto, ogni erba dovrebbe essere trattata separatamente.

    Piante utilizzate da secoli dovranno essere trattate come nuovo farmaco di laboratorio, ma essendo derivate da fonti biologiche le erbe non possono essere trattate al pari di alimenti, oltre alla considerazione del fatto che questo potrebbe rischiare di corromperne l’efficacia originaria..

    Il nuovo sistema di regole si porrebbe contro tradizioni guaritive millenarie, in un periodo in cui sempre più persone cercano di riscoprire i benefici di una natura potentissima nel combattere molte malattie. Una natura che, se conosciuta e utilizzata in modo appropriato, è indispensabile e saggia consigliera per la vita quotidiana.

    Organizzazioni come ANH Alliance for Natural Health sono al momento attive per combattere questa violazione.

    La scienza del futuro può e deve abbracciare le conoscenze antiche, quali i rimedi erboristici e una medicina che sia azione olistica: al presente la scelta da attuare.

    Le streghe tornano al rogo per gli interessi dell’economia?