Demenza senile: fare sport da giovani per evitarla

da , il

    Demenza senile: fare sport da giovani per evitarla

    L’attività sportiva è sempre importante nella vita di ogni individuo: aiuta il corpo a mantenersi in forma, ad essere belli, tonici. Ma non solo! Infatti una ricerca partita dagli Stati Uniti ha dimostrato che fare sport da giovani serve a combattere la demenza senile. Corpo e anima, quindi, si rinforzano con l’attività fisica..e con una buona alimentazione; infatti, sempre negli Stati Uniti, dei ricercatori hanno analizzato la massa cerebrale di persone con demenza senile in sovrappeso e il risultato è stato piuttosto sorprendente: il cervello degli obesi risulta di circa 16 anni più vecchio rispetto a quello dei coetanei in forma.

    Da quanto detto possiamo dedurre che attività fisica e alimentazione sono delle condizioni fondamentali non solo per vivere bene da giovani , ma anche per affrontare la vecchiaia senza problemi di salute o cognitivi. Per restare in tema, prima di concludere, passiamo in rassegna quest’altra ricerca condotta dall’American Journal of Clinical Nutritionin in diversi parti del mondo, sempre su persone over 65 affette da demenza senile. Tra i vari risultati, si è notata ovunque, tranne che in India, una proporzionalità inversa tra il consumo di pesce e la presenza di demenza senile; questo ha portato i ricercatori a formulare un’ipotesi che vedrebbe il pesce come un’arma valida contro l’insorgere di degenerazioni cerebrali. E’ tra l’altro risaputo che il pesce, contenendo diverse sostanze fondamentali per il cervello, come l’omega3 o il fosforo, incrementa le capacità cognitive; sapere che è utile anche nel prevenire la demenza senile, è uno stimolo in più ad incentivarne il consumo. E non stiamo parlando di una medicina, ma di una gustosa cibaria!