Denti del giudizio: tutto ciò che dobbiamo sapere

da , il

    Denti del giudizio: tutto ciò che dobbiamo sapere

    I denti del giudizio sono 4 molari (2 a destra e 2 a sinistra) che compaiono solitamente tra i 18 e i 28 anni (per questo sono detti ‘del giudizio‘) completando l’arcata dentaria.

    Sono pochissime le persone che all’interno della bocca hanno lo spazio sufficiente per accogliere la nascita dei denti del giudizio, per questo motivo dopo la comparsa, spesso la loro crescita si blocca causando non di rado dolore, gonfiore, problemi ai denti vicini e nei casi più gravi l’insorgenza di cisti. Vediamo, dunque, di capirne di più…

    Denti del giudizio: dolore

    Nella maggior parte dei casi la comparsa dei denti del giudizio causa dolore per via del fatto che crescono storti e/o parzialmente inclusi nell’osso, questo finisce in molti casi per compromettere la stabilità dei denti vicini. Altre volte i denti del giudizio sono fonte di dolore perché sono intrappolati nella gengiva e questo, impedendo una corretta igiene orale, alla lunga può sfociare in infezioni o altre malattie della bocca. Se premono sui denti vicini, i denti del giudizio possono rendere la masticazione difficoltosa così come difficoltosa può divenire l’articolazione della mandibola. Anche un piccolo dolore dei denti del giudizio non andrebbe sottovalutato perché potrebbe sfociare – anche dopo molto tempo – in un’infezione e compromettere anche i denti sani.

    Denti del giudizio: sintomi

    Quando i denti del giudizio iniziano a creare dei problemi all’interno della bocca solitamente si verificano dei sintomi abbastanza riconoscibili, che sono: dolore intenso e persistente; gengive rosse o gonfie e talvolta loro sanguinamento; gonfiore nella zona attorno alla mascella; alitosi o in generale sapore sgradevole alla bocca, sovente mal di testa. Alla comparsa di questi sintomi bisognerebbe recarsi subito dal dentista.

    Denti del giudizio: estrazione

    L’estrazione dei denti del giudizio non sempre è necessaria e di norma viene effettuata solo se la loro crescita può causare dei problemi, cosa che è possibile evincere tramite una radiografia. L’estrazione è semplice se si molto giovani in quanto le radici dei denti non sono ancora sviluppate e l’osso che circonda i denti è meno denso. Per effettuare l’estrazione dei denti del giudizio il dentista pratica un’incisione nelle gengive e rimuove qualsiasi osso che blocca l’accesso al dente. Dopo la rimozione, la ferita chirurgica viene cucita. Per l’estrazione dei denti del giudizio viene ovviamente praticata l’anestesia locale.

    Foto d’apertura di fiorellaq