Depilazione laser: quali sono i possibili rischi?

da , il

    Depilazione laser: quali sono i possibili rischi?

    Quali sono i rischi della depilazione laser? Questa forma di depilazione sta diventando una vera e propria scoperta per molte donne. Chi non la conosce già è sicuramente incuriosita dall’idea di dire per sempre addio ai peli superflui, non solo sulla zona più estesa delle gambe, ma anche per l’inguine o le ascelle. Parlandosi di laser, però, parecchie donne si chiedono anche quali siano i limiti e i rischi di questa depilazione e, soprattutto, se essa sia davvero definitiva.

    Cos’è la depilazione laser

    In termini molto semplici si può spiegare questa forma di depilazione dicendo che il laser emette un fascio di luce dal potere riscaldante che appunto “scalda” il pelo e il bulbo pilifero, danneggiando quest’ultimo e impedendogli di produrre nuovi peli superflui per un lungo periodo.

    I limiti della depilazione laser

    Prima di trattare dei rischi veri e propri di questa forma di depilazione può essere utile fornire qualche informazione circa i limiti di questa tecnica. Anzitutto va ricordato che la depilazione laser è possibile ed è efficace solo sui peli in crescita e garantisce risultati migliori solo su quelli più scuri. Per i peli biondi e rossi, quindi, le speranze di successo sono ridotte, se non addirittura nulle. Un altro limite è sicuramente legato alla questione temporale. Gli apparecchi laser non consentono di certo una depilazione definitiva con una o pochissime sedute di trattamento. Per chiarire meglio il concetto possiamo richiamare la definizione fornita dall’autorità statunitense FDA, che descrive la depilazione laser come un metodo “progressivamente definitivo”. In altre parole, la depilazione laser richiede diverse sedute di trattamento per essere efficace. Ovviamente, molto varia a seconda delle zone da trattare; se infatti per le aree più piccole, come le ascelle, l’inguine o i baffetti, si parla di 4-7 sedute, per le gambe o le braccia i tempi si allungano ulteriormente. Ogni seduta, poi, va ripetuta, a seconda dei casi, a distanza di 15 o 30 giorni. Inoltre, perché il risultato perduri nel tempo, è necessario sottoporsi a una o due sedute annuali di mantenimento del trattamento. Questo, comunque, non esclude del tutto anche la necessità, almeno tre o quattro volte l’anno, di fare la ceretta per avere una pelle davvero senza peli.

    I rischi della depilazione laser

    Rischi importanti legati alla depilazione laser non ve ne sono. Tra i pochi effetti collaterali possibili c’è sicuramente l’eritema, cioè il rossore che può comparire dopo il trattamento e che però è destinato a sparire in pochi giorni, ma anche le macchie, se il trattamento è stato effettuato sulla pelle abbronzata, e le infezioni, a seguito di un trattamento laser troppo energico o poco professionale. Per evitare l’iperpigmentazione cutanea, comunque, ricordate anche che il laser non va mai associato all’esposizione solare ravvicinata. Quindi, sarebbe meglio concentrare le sedute del trattamento proprio nel periodo invernale.