Diarrea: ecco i cibi da evitare

da , il

    Diarrea: ecco i cibi da evitare

    Un po’ per l’influenza, un po’ colpa di qualche cibo mangiato, può capitare di essere colpiti da diarrea, un’affezione del tratto intestinale che si manifesta con emissioni di feci abbondanti ed acquose. Spesso, se causata da un agente infettivo, può protrarsi per giorni, debilitando l’organismo che perde dal tratto intestinale anche tante sostanze nutrienti e sali minerali. Talvolta può anche essere causata da patologie croniche come le malattie infiammatorie croniche intestinali o il più comune colon irritabile. In ogni caso, qualunque sia il motivo che l’ha scatenata, sarà bene fare attenzione a quello che si mangia, per non peggiorare la situazione.

    Spesso accompagnata da dolori e crampi addominali, nonché da nausea e febbre, si tratta in ogni caso, anche nelle forme più banali, di un’affezione fastidiosa che va a rendere complicate e difficilmente gestibili le attività quotidiane.

    Fondamentale, dunque, nella terapia di un attacco acuto è innanzitutto reintegrare i liquidi persi in abbondanza per non rischiare la disidratazione e un aggravamento della sintomatologia. Importante è anche reintegrare i sali che vengono persi per rimettere quanto prima in sesto l’organismo.

    Tra i cibi da evitare, innanzitutto i prodotti derivati dal latte e tutti i grassi alimentari, i dolci o i prodotti ricchi in fibre, nonché tutte le bevande fredde e il caffè o altre che contengano caffeina, uno stimolatore della motilità intestinale.

    Tra quelli da preferire, carote, mele e mirtilli che aiutano a ricompattare le feci. Ideale è anche il riso e i carciofi, che aiutano ad eliminare le tossine e funzionano come depurante.