Dieta mediterranea: il menù per tornare in forma senza grandi rinunce

da , il

    Dieta mediterranea: il menù per tornare in forma senza grandi rinunce

    La nostra dieta mediterranea rimane imbattibile. E la più buona! La pasta rimane un piatto a cui non si deve rinunciare se si vuole tornare in forma. Così come la pizza e tanti altri piatti presenti nella nostra bella terra. Abbiamo la fortuna di avere un’ottima cucina e quindi perchè rinunciarci? Mettete da parte la malsana abitudine dell’insalatina a pranzo e a cena per tornare in forma, rovinate solo il metabolismo e l’umore. Ecco una dieta che vi farà tornare in perfetta forma fisica godendovi i piaceri della tavola e salvaguardando la salute. Buon appetito!

    Lunedì

    Colazione

    Caffellatte o tè.

    Due fette biscottate.

    Due cucchiaini di miele o marmellata.

    Pranzo

    60 grammi di spaghetti al tonno o al pomodoro con un cucchiaio scarso di parmigiano.

    Carote crude grattugiate.

    Un kiwi o un’arancia.

    Cena

    200 grammi di sogliola o platessa al vapore. Per insaporire la sogliola aggiungete all’acqua della cottura al vapore sedano, carota, cipolla, una foglia di alloro, qualche grano di pepe e mezzo bicchiere di vino bianco.

    Radicchio o altra verdura alla griglia.

    Una mela o una pera.

    Martedì

    Colazione

    Caffellatte o tè.

    Due fette biscottate.

    Due cucchiaini di miele o marmellata.

    Pranzo

    150 grammi di paillard ai ferri.

    Insalata mista.

    Una pera.

    Cena

    60 grammi di maccheroncini al pomodoro e basilico.

    Per condire la pasta cuocete 200 grammi di polpa di pomodoro a fuoco medio per 10 minuti con uno spicchio di aglio schiacciato e del basilico, salate. Togliete dal fuoco e condite con un cucchiaino d’olio.

    Patate e carote gratinate al forno.

    Una fetta di ananas.

    Mercoledì

    Colazione

    Caffellatte o tè.

    Due fette biscottate.

    Due cucchiaini di miele o marmellata.

    Pranzo

    Insalata caprese: 150 grammi di mozzarella e pomodori a volontà.

    50 grammi di pane.

    Macedonia di frutta.

    Cena

    Minestrone di verdure con orzo.

    200 grammi di branzino al vapore.

    Cuocete il branzino inserendo all’interno del pesce un mazzetto di erbe aromatiche.

    Un’arancia o una mela.

    Giovedì

    Colazione

    Caffellatte o tè.

    Due fette biscottate.

    Due cucchiaini di miele o marmellata.

    Pranzo

    60 grammi di penne alle verdure.

    60 grammi di prosciutto cotto.

    Una fetta di ananas o due mandarini o una mela.

    Cena

    150 grammi di mozzarella e spinaci lessati.

    Verdure alla griglia. Saranno più saporite se prima di cuocerle le farete marinare con succo di limone, sale pepe e erbe aromatiche per una decina di minuti. Sgocciolatele bene prima di porle sulla piastra ben calda.

    Un gelato o macedonia di frutta.

    Venerdì

    Colazione

    Caffellatte o tè.

    Due fette biscottate.

    Due cucchiaini di miele o marmellata.

    Pranzo

    200 grammi di ricotta o formaggio magro.

    Carciofi all’aceto o spinaci o cavolfiori lessati.

    Cuocete i carciofi a vapore per 10 minuti circa, poi conditeli con sale, pepe, un cucchiaino di aceto balsamico e uno di olio, facendoli penetrare tra le foglie. Servite dopo mezz’ora.

    50 grammi di pane.

    Una macedonia di frutta o una coppetta di fragole.

    Cena

    Insalata di pollo alle verdure.

    50 grammi di pane.

    Una fetta di ananas o una coppetta di macedonia con una pallina di gelato al limone.

    Sabato

    Colazione

    Caffellatte o tè.

    Due fette biscottate.

    Due cucchiaini di miele o marmellata.

    Pranzo

    200 grammi di pesce spada al cartoccio o ai ferri.

    Crudité di verdure. Per ottenere la julienne di verdure, si tratta di un misto crudo di carote, sedano, finocchi e rapanelli, usate la grattugia a fori grossi oppure il robot di cucina con il disco a fori medi. Condite con succo di limone, sale e un cucchiaino di olio extravergine d’oliva.

    Una pera o una mela.

    Cena

    150 grammi di bresaola.

    50 grammi di pane.

    Un kiwi o una pera.

    Domenica

    Colazione

    Caffellatte o tè.

    Due fette biscottate.

    Due cucchiaini di miele o marmellata.

    Pranzo

    Carne alla pizzaiola e fagiolini lessi.

    Un’arancia o una mela.

    Cena

    Pizza Margherita: distribuite sulla pasta da pane il pomodoro e la mozzarella ben sgocciolati e cuocete per 15 minuti nel forno già caldo a 220 gradi. Quando è quasi pronto, distribuite alcune foglioline di basilico. Perché la pasta resti morbida, mettete in un angolo del forno un piccolo recipiente metallico pieno d’acqua, che evaporerà durante la cottura.

    Insalata caprese con 150 g di mozzarella e pomodori a volontà.

    Verdure alla griglia.

    Una coppetta di fragole.