Dieta tisanoreica: effetti collaterali e controindicazioni

da , il

    Dieta tisanoreica: effetti collaterali e controindicazioni

    Abbiamo già parlato della dieta tisanoreica per cercare di capire su quali principi si basa, come funziona e quali sono i risultati raggiungibili. Oggi però cerchiamo di analizzarla in modo critico: quali sono i possibili effetti collaterali e le controindicazioni della dieta tisanoreica? Molte star, ad esempio Valeria Marini, si sono sottoposte a questo regime alimentare drastico, ma è davvero una scelta sicura? Non si può negare che esistono diverse controindicazioni per la dieta tisanoreica.

    Controindicazioni della dieta tisanoreica

    Questo regime alimentare non è adatto alle persone troppo magre ma neppure a quelle obese che dovrebbero perdere molti più chili di quelli che si possono calare in 40 giorni. Del resto proseguire la dieta oltre questo termine è sconsigliato onde evitare conseguenze per la salute e indebolimento. Non dovrebbero seguire questa dieta neppure i diabetici, le donne in gravidanza o allattamento e coloro che soffrono o hanno sofferto in passato di problemi cardiaci o chi è affetto da insufficienza renale o epatica. Altrettanto sconsigliata a celiaci, persone con allergie al nichel o con disturbi alimentari. Per quanto riguarda l’età il limite minimo è intorno ai 14 anni. Tra le controindicazioni molti lamentano il prezzo eccessivo dei prodotti: in media un trattamento di 40 giorni costa almeno 600 euro.

    Effetti collaterali

    Sono in molti a criticare questa dieta che promette di perdere peso in poco tempo: il rischio maggiore secondo gli esperti è quello di indebolimento durante il regime alimentare ipocalorico e di recupero dei chili persi immediatamente. Chi ha provato la dieta tisanoreica ne conferma i risultati ma questo non significa che vada seguita senza controllo medico. Eliminare carboidrati e grassi dalla propria dieta può comportare debolezza e in molti smentiscono l’autore della dieta quando esclude la possibilità dell’effetto carestia.